Caricamento in corso
730 istruzioni: come compilare
il modello online
Fare il 730 online non è più fantascienza. Ecco come fare seguendo le nostre istruzioni

Hai già compilato il modello 730 per la dichiarazione dei redditi? Oppure ne hai sentito parlare ma non sai bene da dove cominciare? Puoi farti un’idea con questa breve e soprattutto semplice guida con una parte dedicata alle istruzioni del 730 online.

Ti spiegheremo un modo per presentare il 730 nella maniera più facile e immediata possibile. Ti daremo delle istruzioni passo dopo passo per compilare questo modello e scoprirai quali sono le novità del 2021.

Modello 730: differenze con gli altri modelli di dichiarazione

Non puoi più rimandare: settembre si avvicina con la scadenza del 730. È arrivato il momento di fare la dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta 2020.

Ma niente panico. Facciamo insieme il punto della situazione prima di partire con le istruzioni del 730, iniziando dalle basi.

Il 730 è uno dei modelli usati per fare la dichiarazione dei redditi. Di solito, è il modello giusto per chi ha casi fiscali “semplici” – che non richiedono tanti calcoli – come può essere il caso di un lavoratore dipendente che ha come reddito soltanto il suo stipendio mensile. L’altro è il Modello Redditi, che fino a qualche anno fa si chiamava “Modello Unico” e che non tratteremo in questa guida; in linea di massima, viene usato da chi ha la Partita IVA o da chi ha casi fiscali più complessi che non possono usare il Modello 730.

Come faccio a scegliere tra modello 730 e Modello Redditi Persone Fisiche?

Presentare uno o l’altro modello non è una scelta che puoi prendere da solo, ma dipende dalla tua situazione fiscale e dai redditi che hai percepito l’anno scorso. Ricordati la regola generale: chi ha un contratto di lavoro dipendente o riceve la disoccupazione o pensione farà il 730, mentre chi svolge la libera professione o ha una partita IVA deve presentare il Modello Redditi.

Ovviamente, ci sono una serie di eccezioni a questa regola, come spesso accade quando si parla di normative fiscali in Italia. Puoi approfondire qui.

Chi ha l’obbligo di presentare il modello 730?

La dichiarazione non è sempre un obbligo per tutti i cittadini. I casi più comuni di esonero riguardano le persone che hanno un reddito inferiore a una certa soglia e chi ha come unico reddito lo stipendio percepito da un solo datore di lavoro.

Obblighi a parte, c’è una cosa che devi sapere: presentare il 730 spesso conviene anche quando non è obbligatorio.

Sì, perché nella dichiarazione dei redditi puoi inserire una serie di spese sostenute durante l’anno scorso o in anni precedenti (come nel caso dei bonus ristrutturazione in cui è possibile dividere la detrazione in rate annuali), che, se rientrano fra le detrazioni, abbassano il totale delle tasse che devi pagare. Oltre alle detrazioni è possibile dedurre alcune spese dal reddito complessivo, questo abbassa l’importo su cui verranno calcolate le tasse (imposta Irpef).

Capire se hai l’obbligo di fare il 730 oppure se ti conviene farlo può essere molto complicato. Per questo motivo abbiamo creato questo questionario! Rispondi a 5 semplici domande e scopri di più sulla tua situazione fiscale.

Modello 730/2021, nuove istruzioni

Di solito, le istruzioni del 730 e le novità del nuovo anno fiscale si trovano sul sito dell’Agenzia delle Entrate, con diversi pdf da scaricare e per nulla semplici da capire se non sei un commercialista. Nella nostra guida però troverai un riassunto con i punti salienti da conoscere.

Quest’anno ci sono novità allettanti sul fronte delle spese detraibili. Potrai usufruire di nuovi bonus messi in campo dal governo, agevolazioni che potrebbero alleggerire il conto delle tasse da pagare.

Eccone alcuni:

  • Riduzione delle tasse per i lavoratori dipendenti: da luglio 2020 sono state messe a disposizione dei lavoratori alcune importanti agevolazioni che variano all’aumentare dei redditi.
    • Per redditi da lavoro dipendente che vanno dagli 8 mila ai 28 mila euro annui verranno erogati 100 euro in busta paga.
    • Se il reddito aumenta, dai 28 ai 35 mila euro annui, potrai godere di una detrazione fiscale di 80 euro al mese.
    • Per redditi dai 35 mila euro ai 40 mila euro la detrazione di 80 euro diminuisce progressivamente all’aumentare del reddito, fino ad esaurirsi.
  • Detrazione per ristrutturazione “Superbonus”: Per spese sostenute dall’1 giugno 2020 al 30 giugno 2022, questa agevolazione ti consente di beneficiare di una detrazione pari al 110% per lavori per efficientamento energetico e interventi antisismici su immobili acquistati o ristrutturati.
  • Detrazione per “Bonus facciate”: Potrai ottenere “uno sconto” del 90% a fronte di spese sostenute per il recupero o il restauro delle facciate di edifici esistenti.
  • Credito d’imposta per monopattini: Se dall’1 agosto 2020 al 31 dicembre 2020 hai rottamato almeno 2 auto avrai diritto ad un “credito d’imposta” per un massimo di 750 euro per ammortizzare spese per l’acquisto di:
    • monopattini e biciclette elettriche
    • abbonamenti per trasporto pubblico
    • servizi di trasporto elettrico condivisi.
  • Due per mille alle associazioni culturali: Potrai destinare il tuo due per mille ad alcune associazioni culturali accreditate presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
  • Credito d’imposta “Bonus Vacanze”: Se hai usufruito del Bonus Vacanze entro il 31 dicembre 2020, potrai godere di una detrazione sulle tasse pari al 20% dell’importo sostenuto.

Istruzioni 730: come si compila il modello?

Hai quattro alternative.

Opzione 1: il 730 ordinario

Soluzione più complicata che sconsigliamo, a meno che tu non abbia già grande esperienza in fatto di dichiarazione dei redditi. Hai davanti un modello completamente in bianco, devi sapere esattamente quali dati inserire e come. L’Agenzia delle Entrate pubblica sul suo sito le nuove istruzioni 730 ogni anno, ma non è esattamente una passeggiata: le istruzioni 2021 sono composte da 136 pagine, fitte fitte e piene di tecnicismi adatti più ad un commercialista.

Opzione 2: il 730 precompilato.

È la versione evoluta del modello ordinario, si trova sul sito dell’Agenzia delle Entrate e, come suggerisce il nome, contiene alcuni dei dati che dovresti inserire manualmente, come la tua anagrafica e alcune informazioni ricavate dalle dichiarazioni precedenti. Il servizio è gratuito però:

  • le informazioni vanno ricontrollate attentamente, perché anche se già presenti sul sito potrebbero esserci degli errori, soprattutto se la la tua situazione fiscale è cambiata;
  • se non sei un esperto non è facile accorgersi di errori, inesattezze o dati mancanti nelle detrazioni;
  • non hai il supporto di nessun esperto che ti possa aiutare. Potrai consultare il documento che riporta le istruzioni per la compilazione del modello 730 o al limite puoi sempre chiedere ad amici o parenti.

Insomma, bene ma non benissimo.

Opzione 3: professionisti abilitati, come Taxfix o altri (CAF o commercialisti).

Con Taxfix ed il suo team di commercialisti puoi fare la dichiarazione dei redditi dal divano di casa, basta seguire le istruzioni che trovi in app che sono adatte anche a chi non ha nessuna esperienza in materia.

L’app unisce la comodità di fare il 730 online da smartphone e computer con la sicurezza di un commercialista che ti assiste in ogni fase della dichiarazione, dai primi dubbi sulla tua situazione fiscale, al controllo dei documenti da consegnare, fino all’invio della dichiarazione dei redditi. Tutto ad un costo fisso di 29,90 euro per dichiarazione, un importo molto più basso rispetto al compenso che richiedono altri professionisti abilitati come CAF o commercialisti (in media pari a 50/60 euro).

Con CAF e commercialista dovrai prendere un appuntamento, probabilmente richiedere un permesso dal lavoro, racimolare tutti i documenti necessari e portarli con te presso i loro uffici – sperando di aver ricordato tutto, altrimenti dovrai fare avanti e indietro da casa alla ricerca del documento mancante.

I vantaggi nel fare il 730 con Taxfix

Taxfix è un’opzione innovativa per compilare la tua dichiarazione dei redditi. È stata ideata con un obiettivo: consentire a tutti di inviare una dichiarazione corretta a norma di legge, anche se non si ha alcuna conoscenza fiscale, con il supporto di un team di esperti.

Taxfix ti consente di:

  • fare il 730 online, con il computer e con lo smartphone con un l’interfaccia intuitiva e disegnata per semplificarti la vita;
  • fare tutto in autonomia, ma in caso di necessità avere sempre degli esperti fiscali in carne e ossa a disposizione in caso di dubbi;
  • restare a casa e inviare ai nostri commercialisti la tua dichiarazione in qualsiasi momento. Dopo averla controllata, saranno loro ad inviarla all’Agenzia dell’Entrate;
  • avere un controllo finale della tua dichiarazione dei redditi per verificare che non ci siano errori, prima dell’invio all’Agenzia delle Entrate da parte dei nostri commercialisti abilitati.

Compilare il 730: le istruzioni da seguire con Taxfix

Ecco le istruzioni complete per il 730 con Taxfix:

  1. Inizia la dichiarazione

      Se vuoi usare il computer vai sul sito Taxfix.it e clicca su Inizia la tua dichiarazione. Se usi uno smartphone Android, vai su Google Play Store e scarica l’app Taxfix; se hai un Iphone sull’Apple Store e fai lo stesso;

  2. Crea il tuo account
      Inserisci le tue informazioni lavorative rispondendo a semplici domande, dopodiché ti saranno richiesti i tuoi dati personali, numero di telefono, indirizzo e-mail e password.
  3. Conferma la tua email
      Convalida il tuo indirizzo di posta elettronica aprendo l’email di conferma che ricevi dopo esserti iscritto.
  4. Ottieni la lista dei documenti che ti servono
      Rispondi a poche e semplici domande sulla tua situazione fiscale dell’anno scorso per ottenere la lista dei documenti da caricare. La lista include tutte le possibili detrazioni e deduzioni a cui puoi accedere.
  5. Carica i documenti relativi a lavoro/pensione e alle tue detrazioni
      Carica i tuoi documenti in modo flessibile. Puoi passare da smartphone a PC o viceversa, collegandoti al sito di Taxfix da PC o aprire l’app di Taxfix per Android/iPhone su smartphone per accedere al tuo account. In questo modo potrai caricare i documenti che hai sul computer direttamente in app e i documenti cartacei con una foto dal tuo smartphone.

      I primi documenti che ti saranno richiesti saranno tutte le certificazioni uniche relative all’anno scorso che hai ricevuto quest’anno.
  6. Inserisci i tuoi dati
      Inserisci il tuo indirizzo di residenza attuale, il tuo codice fiscale, il tuo stato civile, eventuali familiari a carico e il sostituto d’imposta.

      Non sai chi è il tuo sostituto d’imposta? Se sei un lavoratore dipendente è l’azienda per cui lavori; se sei un pensionato è l’INPS, mentre se hai avuto un lavoro con ritenuta d’acconto, è l’azienda che ti ha fatto la fattura.
  7. Carica il tuo documento d’identità
      Carica un documento d’identità e conferma l’invio della dichiarazione agli esperti di Taxfix. Puoi usare una carta d’identità elettronica o oppure cartacea, anche il passaporto è valido. Da smartphone puoi fotografare il documento sul lato frontale e posteriore, altrimenti puoi caricare una scansione del tuo documento dal tuo PC.
  8. Paga il servizio
      Con soli 29,90€ avrai la tua dichiarazione dei redditi fatta. Puoi pagare con carta di credito, carta di debito o con carta prepagata.
  9. Revisione della tua dichiarazione
      Sarà il team di esperti fiscali a occuparsi della revisione della tua dichiarazione prima che venga spedita all’Agenzia delle Entrate. I commercialisti controlleranno tutto e ti comunicheranno l’esito della tua dichiarazione dei redditi (credito o debito).
  10. Richiedi assistenza
      Hai bisogno di assistenza per problemi o dubbi? Puoi metterti in contatto con il team di esperti fiscali di Taxfix in qualsiasi momento premendo sull’icona a fumetto. È anche possibile l’assistenza telefonica.

Articoli che potrebbero interessarti