steuern

FAQ - Domande frequenti

Salute

1. Spese medico-sanitarie (anche all’estero)

Sono necessari i seguenti documenti:

  • Ricevute fiscali, fatture o scontrini in cui devono essere specificati:
      – natura del farmaco o della prestazione
      – qualità del farmaco
      – quantità del prodotto acquistato
      – codice fiscale del destinatario
  • Ricevute per spese sanitarie sostenute all’estero (con relativa traduzione – se la documentazione è redatta in inglese, francese, tedesco o spagnolo, la traduzione può essere eseguita e sottoscritta da te; se la documentazione è redatta in una lingua diversa occorre una traduzione giurata)
  •  

    La documentazione può riferirsi alle seguenti spese mediche:

  • prestazioni mediche generiche
  • acquisto di medicinali (anche omeopatici) da banco o con ricetta medica
  • visite mediche specialistiche
  • acquisto di occhiali da vista (con marcatura CE)
  • acquisto di lenti a contatto e soluzione per lenti a contatto (con marcatura CE)
  • protesi dentarie e cure dentistiche
  • analisi, radioscopie e terapie
  • ticket ospedalieri
  • ricoveri ospedalieri collegati a interventi chirurgici
  • acquisto o affitto di dispositivi medici e attrezzature sanitarie con marcatura CE (inclusi i costi di manutenzione delle protesi)
  • trapianto di organi
  • cure termali prescritte dal medico (è necessario allegare anche la prescrizione)
  • 2. Spese sanitarie per patologie esenti

    Sono necessari i seguenti documenti:

  • Fatture, ricevute o scontrini emessi per prestazioni mediche o per l’acquisto di prodotti sanitari (ricevute per esami medici, ricevute farmaceutiche, “ticket” ospedalieri, fatture di centri termali e spa se correlati ad una prescrizione medica…)
  • Certificazione rilasciata dalla ASL di appartenenza che attesti la patologia esente con l’indicazione dell’eventuale codice numerico identificativo
  • 3. Spese sanitarie per familiari non a carico affetti da patologie esenti
  • 3.1.Se il soggetto affetto dalla patologia ha presentato un modello 730 o Redditi sono necessari i seguenti documenti:
      – Certificazione rilasciata dalla ASL che attesti la patologia con l’indicazione dell’eventuale codice numerico identificativo
      – Certificato medico che attesti il collegamento tra le spese e la patologia esente
      – Modello 730-3 o Redditi dal quale si evinca la parte di spesa che non ha trovato capienza nell’IRPEF del soggetto affetto dalla malattia
      – Fatture, ricevute fiscali e eventuali scontrini dai quali risulti che le spese sono state sostenute dal familiare che intende beneficiare della detrazione, anche con apposita annotazione del soggetto affetto dalla patologia per i documenti a questo intestati; l’annotazione dovrà riportare anche la misura delle spese attribuibili al familiare
  • 3.2.Se il soggetto affetto dalla patologia non ha presentato alcuna dichiarazione non essendovi tenuto sono richiesti:
      – Certificazione rilasciata dalla ASL che attesti la patologia con l’indicazione dell’eventuale codice numerico identificativo
      – Certificato medico che attesti il collegamento tra le spese e la patologia esente
      – Autocertificazione del soggetto affetto dalla patologia che attesti di non essere tenuto a presentare la dichiarazione
      – Fatture, ricevute fiscali e eventuali scontrini dai quali risulti che le spese sono state sostenute dal familiare che intende beneficiare della detrazione, anche con apposita annotazione del soggetto affetto dalla patologia per i documenti a questo intestati; l’annotazione dovrà riportare anche la misura delle spese attribuibili al familiare
  • 4. Spese mediche e di assistenza specifica per le persone con disabilità
    4.1. Spese mediche generiche

    Sono necessari i seguenti documenti:

  • Fattura o scontrino fiscale parlante
  • Ricevuta fiscale o fattura rilasciata dal medico
  • Certificazione relativa al riconoscimento dell’handicap da parte della Commissione medica istituita ai sensi dell’art. 4 della legge n. 104 del 1992 o dalle altre Commissioni mediche pubbliche incaricate ai fini del riconoscimento dell’invalidità civile, di lavoro, di guerra, purché attestino le condizioni di grave e permanente invalidità o menomazione. È possibile autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • Autocertificazione che attesti che le spese sono sostenute per uno dei familiari indicati all’art. 433 c.c. e, qualora la fattura/ricevuta fiscale risulti intestata solo al soggetto portatore di handicap, annotazione sul documento della quota di spesa sostenuta. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • 4.2.Spese per l’assistenza specifica

    Sono necessari i seguenti documenti:

  • Fattura o ricevuta fiscale rilasciata dal soggetto che ha erogato la prestazione attestante che si tratta di assistenza medica o paramedica
  • Fattura rilasciata dalla casa di assistenza e ricovero in cui è chiaramente distinta, dalla retta complessiva, la quota relativa all’assistenza
  • Certificazione relativa al riconoscimento dell’handicap da parte della Commissione medica istituita ai sensi dell’art. 4 della legge n. 104 del 1992 o dalle altre Commissioni mediche pubbliche incaricate ai fini del riconoscimento dell’invalidità civile, di lavoro, di guerra, purché attestino le condizioni di grave e permanente invalidità o menomazione. È possibile autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • Autocertificazione che attesti che le spese sono sostenute per uno dei familiari indicati all’art. 433 c.c. e, qualora la fattura/ricevuta fiscale risulti intestata solo al soggetto portatore di handicap, annotazione sul documento della quota di spesa sostenuta. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • 4.3. Ippoterapia e musicoterapia

    Sono necessari i seguenti documenti:

  • Prescrizione medica
  • Fattura o ricevuta fiscale rilasciata dal centro specializzato con attestazione che la prestazione è stata effettuata direttamente da personale medico o sanitario specializzato ovvero sotto la loro direzione e responsabilità tecnica
  • Certificazione relativa al riconoscimento dell’handicap da parte della Commissione medica istituita ai sensi dell’art. 4 della legge n. 104 del 1992 o dalle altre Commissioni mediche pubbliche incaricate ai fini del riconoscimento dell’invalidità civile, di lavoro, di guerra, purché attestino le condizioni di grave e permanente invalidità o menomazione. È possibile autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • Autocertificazione che attesti che le spese sono sostenute per uno dei familiari indicati all’art. 433 c.c. e, qualora la fattura/ricevuta fiscale risulti intestata solo al soggetto portatore di handicap, annotazione sul documento della quota di spesa sostenuta. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • 4.4. Spese per i mezzi necessari all’accompagnamento, deambulazione, locomozione e sollevamento

    Sono necessari i seguenti documenti:

  • Fattura/ricevuta fiscale relativa alla spesa sostenuta intestata alla persona con disabilità o al familiare, di cui il disabile risulta a carico fiscalmente, che ha sostenuto l’onere
  • Certificazione attestante la minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, rilasciata dalla Commissione di cui all’art. 4 della legge n.104 del 1992 o da Commissioni mediche pubbliche incaricate ai fini del riconoscimento dell’invalidità civile, di lavoro, di guerra. Per i grandi invalidi di guerra di cui all’art. 14 del T.U. n. 915 del 1978, e per i soggetti ad essi equiparati, è sufficiente presentare il provvedimento definitivo (decreto) di concessione della pensione privilegiata
  • E’ possibile autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • 4.5. Spese per i sussidi tecnici e informatici che facilitano l’autosufficienza e l’integrazione

    Sono necessari i seguenti documenti:

  • Fattura/ricevuta fiscale relativa alla spesa sostenuta intestata alla persona con disabilità o al familiare, di cui il disabile risulta a carico fiscalmente, che ha sostenuto l’onere
  • Certificazione del medico curante che attesti che quel sussidio serve per facilitare l’autosufficienza e la possibilità di integrazione della persona disabile o specifica prescrizione autorizzativa rilasciata dal medico specialista della azienda sanitaria locale di appartenenza dalla quale risulti il collegamento funzionale tra il sussidio tecnico ed informatico e la menomazione di cui è affetto il soggetto, richiesta dal D.M. 14 marzo 1998 per l’aliquota IVA agevolata
  • Certificazione attestante la minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, rilasciata dalla Commissione di cui all’art. 4 della legge n.104 del 1992 o da Commissioni mediche pubbliche incaricate ai fini del riconoscimento dell’invalidità civile, di lavoro, di guerra. Per i grandi invalidi di guerra di cui all’art. 14 del T.U. n. 915 del 1978, e per i soggetti ad essi equiparati, è sufficiente presentare il provvedimento definitivo (decreto) di concessione della pensione privilegiata
  • E’ possibile autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • 4.6. Spese per bicicletta elettrica a pedalata assistita per soggetti con ridotte o impedite capacità motorie permanenti

    Sono necessari i seguenti documenti:

  • Fattura/ricevuta fiscale relativa alla spesa sostenuta intestata alla persona con disabilità o al familiare, di cui il disabile risulta a carico fiscalmente, che ha sostenuto l’onere
  • Certificazione relativa al riconoscimento della situazione di handicap o di invalidità da cui risultino le ridotte o impedite capacità motorie
  • Certificazione rilasciata dal medico specialista della azienda sanitaria locale di appartenenza dalla quale risulti il collegamento funzionale tra la bicicletta e la menomazione di cui è affetto il soggetto
  • E’ possibile autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • 4.7. Acquisto di un cane guida per non vedenti

    Sono necessari i seguenti documenti:

  • Fattura o ricevuta relativa all’acquisto del cane guida
  • Certificato di invalidità che attesti la condizione di non vedente rilasciato da una Commissione medica pubblica. È possibile autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui.
  • Autocertificazione attestante che negli ultimi quattro anni non hai beneficiato di altra detrazione per l’acquisto del cane guida, oppure ne hai beneficiato ma si è determinata una situazione di perdita dell’animale. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
    Se hai pagato il mantenimento del tuo cane guida
    sono richiesti:

  • Documentazione attestante il possesso del cane guida
  • Certificato di invalidità che attesti la condizione di non vedente rilasciato da una commissione medica pubblica. È possibile autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • 4.8. Spese per l’acquisto di un veicolo per persone disabili o hai pagato spese di manutenzione
    Veicolo adattato

    Sono necessari i seguenti documenti:

  • Fattura relativa all’acquisto intestata alla persona con disabilità o al familiare di cui è carico fiscalmente
  • Copia della patente di guida speciale o copia del foglio rosa “speciale” solo per veicoli adattati al sistema di guida (anche in presenza di solo cambio automatico)
  • Copia della carta di circolazione, da cui risulta che il veicolo dispone dei dispositivi prescritti per la conduzione di veicoli da parte di persone con disabilità titolari di patente speciale oppure che il veicolo è adattato nella struttura della carrozzeria o alla sistemazione interna del veicolo per l’accompagnamento e la locomozione del disabile
  • Copia della certificazione di handicap o di invalidità rilasciata da una Commissione pubblica deputata all’accertamento di tali condizioni, in cui sia esplicitamente indicata la natura motoria della disabilità
  • Autocertificazione che attesta che nel quadriennio anteriore alla data di acquisto non è stato acquistato un veicolo agevolato. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • Autocertificazione che attesta che l´autoveicolo è utilizzato in via esclusiva/prevalente a beneficio del disabile. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • Veicolo non adattato

    Sono necessari i seguenti documenti:

  • Fattura relativa all’acquisto intestata alla persona con disabilità o al familiare di cui è a carico fiscalmente
  • Per i non vedenti e sordi, certificato che attesti la loro condizione, rilasciato da una Commissione medica pubblica. È possibile autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • Per i portatori di handicap psichico o mentale verbale, di accertamento dell’invalidità emesso dalla Commissione medica pubblica dalla quale risulti che il soggetto si trova in situazione di handicap psichico o mentale e riconoscimento dell’indennità di accompagnamento (di cui alle leggi n. 18 del 1980 e n. 508 del 1988) emesso dalla Commissione per l’accertamento dell’invalidità civile. È possibile autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • Per le persone affette da sindrome di Down, certificazione rilasciata dal proprio medico di base e certificazione dell’indennità di accompagnamento come previsto dall’art. 30 della legge n. 388 del 23 dicembre 2000
  • Per gli invalidi con grave limitazione della capacità di deambulazione o pluriamputati, verbale rilasciato dalla commissione medica per l’handicap che attesti la grave e permanente limitazione della capacità di deambulazione o da altra Commissione medica pubblica che attesti la gravità della patologia e faccia esplicito riferimento all’impossibilità di deambulare in modo autonomo o senza l’aiuto di un accompagnatore (ivi comprese le pluriamputazioni). È possibile autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • Autocertificazione che attesti che nel quadriennio anteriore alla data di acquisto non è stato acquistato un veicolo agevolato. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • Autocertificazione che attesta che l´autoveicolo è utilizzato in via esclusiva/prevalente a beneficio del disabile. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • Se hai pagato spese di manutenzione straordinaria

    E’ necessaria la fattura relativa alla spesa di manutenzione straordinaria.

    4.9. Spese per minori o maggiorenni con disturbo specifico dell´apprendimento (DSA)*

    Sono necessari i seguenti documenti:

  • Ricevute e/o fatture per l’acquisto degli strumenti compensativi (con indicazione del codice fiscale del soggetto affetto da DSA e la natura del prodotto acquistato o utilizzato)
  • Certificato rilasciato dal Servizio sanitario nazionale, ovvero da specialisti o strutture accreditate dallo stesso ai sensi dell’art. 3, comma 1, della legge n. 170 dell’8 ottobre 2010 che attesti, per sé ovvero per il proprio familiare a carico, la diagnosi di DSA e l’elenco dei sussidi e degli strumenti compensativi collegati al disturbo dell’apprendimento. Se su tale certificazione non sono specificati i sussidi e gli strumenti compensativi da utilizzare, il collegamento funzionale deve essere attestato dalla prescrizione autorizzativa rilasciata da un medico.
  • Autocertificazione con la quale si attesta che il soggetto affetto da DSA non ha ancora completato la scuola secondaria di secondo grado. Puoi scaricare la certificazione qui
    *La detrazione spetta fino al completamento della scuola secondaria di secondo grado.
  • 4.10. Spese per Interprete per sordi
  • Fattura o ricevuta rilasciata dall’interprete
  • Certificazione relativa al riconoscimento dell’handicap. È possibile autocertificare il possesso della documentazione attestante il riconoscimento della sussistenza delle condizioni personali di disabilità. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui
  • 5. Rateizzazione delle spese sanitarie
  • È richiesta la documentazione inerente le spese sanitarie per cui si era richiesta la rateizzazione
  • 6. Spese per addetti all’assistenza personale di soggetti non autosufficienti

    Sono necessari i seguenti documenti:

  • Fattura o ricevuta rilasciata dal soggetto che ha erogato la prestazione, che includa:
      – il riferimento alla prestazione assistenziale
      – il codice fiscale e i dati anagrafici della persona che effettua il pagamento
      – il codice fiscale e i dati anagrafici del soggetto che presta l´assistenza o i dati identificativi della cooperativa di servizi / agenzia interinale
      – se le prestazioni di assistenza sono rese da una casa di cura o di riposo, la documentazione deve certificare distintamente i corrispettivi riferiti all’assistenza rispetto a quelli riferibili ad altre prestazioni fornite dall’istituto ospitante
      – se le prestazioni di assistenza sono rese da un’agenzia interinale, la documentazione deve specificare la qualifica contrattuale del lavoratore
      – se la spesa è sostenuta in favore di un familiare, il codice fiscale e i dati anagrafici del soggetto per cui sia stata pagata la prestazione
  • Certificato medico che attesta lo stato di non autosufficienza
  • Se la spesa è sostenuta in favore di un familiare, autocertificazione attestante che il familiare rientra tra quelli indicati nell’art. 433 c.c.. Puoi scaricare il modulo per l’autocertificazione qui