Cosa significa un risultato finale positivo o negativo?

Le tasse devono essere anticipate di anno in anno, così può capitare di pagare più di quanto dovuto e in questo caso sarai creditore all’Agenzia delle Entrate. In caso contrario, quando le ritenute operate dal datore di lavoro nella CU, e le spese detraibili e deducibili sostenute dal contribuente, non sono sufficienti a coprire le tasse (Irpef e addizionali regionali e comunali), il risultato sarà a debito.

Credito (risultato positivo): riceverai il rimborso in busta paga entro i due mesi successivi all’invio della dichiarazione dei redditi.
Debito (risultato negativo): in automatico, ti verrà scalato dalla busta paga entro i due mesi successivi dall’invio della dichiarazione.

Ti ricordiamo comunque che confermeremo il risultato di debito o credito dopo la revisione da parte degli esperti fiscali.