Modello 730 Precompilato:
Come Accedere e Scadenza

Cos'è il modello 730 precompilato

La versione precompilata del modello 730 è stata introdotta per la prima volta nell’aprile del 2015 e anche quest’anno può essere scaricata da quei contribuenti italiani che fanno parte delle categorie che possono utilizzarla per presentare la dichiarazione dei redditi all’Agenzia delle Entrate: ossia lavoratori dipendenti e pensionati.

Dal 15 aprile al 2 maggio 2019 a lavoratori dipendenti e pensionati è stata data la possibilità di accedere al modello 730 precompilato e a tutte le informazioni che questo raccoglie relativamente al reddito, alle imposte e alle spese detraibili, che sono necessarie per la presentazione della dichiarazione dei redditi.

Queste informazioni vengono raccolte dall’Agenzia delle Entrate attraverso i dati forniti da enti come il Sistema Sanitario Nazionale, da banche e assicurazioni e dai cosiddetti “sostituti d’imposta”, cioè da quei datori di lavoro e da quegli enti previdenziali che sono responsabili del pagamento delle imposte per conto dei contribuenti.

Accesso al modello 730 precompilato con PIN

L’accesso al modello 730 precompilato per il 2019 è riservato soltanto a quei contribuenti che sono già in possesso del codice PIN: senza il PIN, infatti, non è possibile né registrarsi, né accedere al sistema di Fisconline, la piattaforma sulla quale i contribuenti possono trovare la dichiarazione precompilata.

A Fisconline sono autorizzati ad accedere:

  • i contribuenti in possesso del PIN cosiddetto “dispositivo” dell’INPS;
  • i contribuenti in possesso del PIN dello SPID, il Sistema Pubblico d’Identità Digitale che permette di accedere ai dati della pubblica amministrazione;
  • i contribuenti in possesso della Carta Nazionale dei Servizi.
  • Tutti gli altri i contribuenti dovranno senza eccezioni ottenere il PIN attraverso l’Agenzia delle Entrate.

    Come si ottiene il PIN dall’Agenzia delle Entrate

    La via più veloce per ottenere il PIN rimane quella di presentare di persona il modulo di richiesta direttamente a un Ufficio territoriale dell’Agenzia, insieme a un documento d’identità. Si riceveranno subito le prime 4 cifre del codice PIN, con cui successivamente sarà possibile accedere al sito. A questo punto sarà possibile richiedere le mancanti 6 cifre che compongono il PIN: queste verranno spedite, entro 15 giorni, a casa del contribuente attraverso la posta.

    È disponibile anche una procedura online per ottenere il codice PIN attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate. Si devono fornire in questo caso dei dati che non sono sempre di facile reperimento, come il tipo di dichiarazione presentato l’anno precedente, l’eventuale sostituto d’imposta e il reddito complessivo. Quest’ultimo, per esempio, seguendo le indicazioni del sito dell’Agenzia delle Entrate, si trova nel “modello 730-3 (Prospetto di liquidazione), rigo 11, colonna 1”, oppure nel “modello Redditi PF Quadro RN (Determinazione dell’IRPEF), rigo RN 1, colonna 5”.

    Una volta trovati e inseriti questi dati, il contribuente riceverà inizialmente soltanto la prima parte del PIN. Per ottenere la seconda parte, con le rimanenti 6 cifre e la password per effettuare il primo accesso al sito dell’Agenzia, dovrà aspettare 15 giorni, perché anche questi dati saranno spediti all’indirizzo del contribuente attraverso la posta.

    Le scadenze per la presentazione del modello 730 precompilato

    A questo punto, sarà bene ricordare anche le scadenze fissate dall’Agenzia delle Entrate per la presentazione del modello 730 precompilato dedicato nel 2019 alla dichiarazione dei redditi e messo a disposizione dei contribuenti online già a partire dal 15 aprile.

    Queste sono le date principali che le categorie interessate alla presentazione del modello 730 precompilato, e in particolare i lavoratori dipendenti e i pensionati, dovranno tenere presenti:

    7 luglio 2019: entro questa data dovranno presentare il modello 730 precompilato i cosiddetti “sostituti d’imposta”, cioè i datori di lavoro e gli enti previdenziali responsabili del pagamento delle imposte per conto del contribuente

    23 luglio 2019: entro questa data dovranno presentare il modello 730 precompilato i CAF, cioè i Centri di Assistenza Fiscale autorizzati a presentare le dichiarazioni dei redditi per conto dei contribuenti che a loro si rivolgono;

    23 luglio 2019: sempre entro questa data, dovranno presentare il modello 730 precompilato anche tutti i contribuenti che presentano il modello autonomamente all’Agenzia delle Entrate, cioè quei contribuenti che non siano vincolati a presentarlo attraverso i sostituti d’imposta e quelli che decidano di non presentarlo attraverso i CAF.

    Con Taxfix puoi fare la tua dichiarazione dei redditi direttamente dallo smartphone

    Taxfix mette a disposizione un servizio capace di semplificare la vita a tutti i lavoratori dipendenti e studenti che scelgono di presentare la dichiarazione dei redditi attraverso il modello 730. Prova subito l'app!