Caricamento in corso
Scadenza dichiarazione con Taxfix
estesa fino al 30 settembre 2021
x
Certificazione Unica 2021:
che cos'è e come trovarla
Carica la CU nella nostra app e inizia il tuo 730

Si chiama Certificazione Unica CU, ma molti la chiamano ancora CUD. Di cosa stiamo parlando? Scopri perché questo documento che ricevi ogni anno è così importante.

Certificazione Unica, CU o ex CUD

Se sei un lavoratore dipendente, un lavoratore occasionale o un pensionato, ogni anno devi ricevere la Certificazione Unica dal tuo datore di lavoro, dal committente, dall’INPS o altri enti. Forse avrai sentito parlare di CUD dai tuoi amici e colleghi. Questo è un vecchio documento non più in uso.

L’introduzione della Certificazione Unica, abbreviata in CU, al posto del CUD ha visto diverse novità in ottica di semplificazione, la CU contiene più dati rispetto al documento precedente. Leggi il nostro articolo per scoprire tutte le informazioni più importanti su questo documento.

A cosa serve la Certificazione Unica?

La Certificazione Unica è un documento fiscale che conferma la ricezione di uno o più redditi avuti nell’anno precedente. Il documento di che hai ricevuto quest’anno, infatti, si chiama Certificazione Unica 2021 Redditi 2020 e si riferisce all’anno scorso.

Generalmente, la Certificazione Unica è inviata da chi ha eseguito il pagamento. Può essere:

  1. il datore di lavoro (detto anche sostituto d’imposta) se il lavoratore è dipendente
  2. l’INPS o altri enti se il cittadino è un pensionato o percepisce un reddito dalla disoccupazione, dal reddito di cittadinanza o altri sussidi.

Lo scopo della Certificazione Unica è doppio. Se sei un lavoratore, grazie alla CU puoi verificare la somma degli stipendi e dei compensi che hai ricevuto e incassato nel corso dell’anno e allo stesso tempo verificare che gli importi riportati siano corretti. Tramite la Certificazione Unica, inoltre, puoi verificare anche se il datore di lavoro ha versato tutte le tasse dovute, come le ritenute fiscali e i contributi previdenziali.

Buono a sapersi: i dati contenuti nella Certificazione Unica sono importanti per presentare la dichiarazione dei redditi.

Cosa c’è nella Certificazione Unica?

La Certificazione Unica viene rilasciata al lavoratore, dipendente o occasionale, e al pensionato in forma cartacea direttamente in azienda o con una lettere a casa, oppure in formato pdf tramite email.

La Certificazione Unica è formata da due parti principali:

  1. Sul primo foglio sono riportati tutti i dati anagrafici della persona che ha percepito il reddito, lavoratore dipendente o pensionato e del datore di lavoro. Oltre a questo, deve essere obbligatoriamente presente anche la firma del datore di lavoro o del committente.
  2. Sul secondo foglio sono riportati tutti i dati fiscali della Certificazione Unica, ossia i redditi e le tasse pagate (in burocratese ritenute). In caso di rimborsi e provvigioni, anche queste somme devono essere presenti nella Certificazione.

Esistono due modelli di CU: quello sintetico, sul quale sono riportati i dati essenziali, e il modello ordinario, ossia quello completo. Quest’ultimo presenta una parte anagrafica più dettagliata del lavoratore o del pensionato, e del sostituto di imposta (ossia chi ha versato gli stipendi, i compensi o la pensione).

I dati della Certificazione Unica

Riassumendo, i dati contenuti nella CU sono i seguenti:

  • i dati anagrafici del lavoratore, o pensionato, e del sostituto d’imposta (ovvero chi rilascia il modello CU)
  • i redditi percepiti durante l’anno precedente dal lavoratore
  • le trattenute IRPEF applicate
  • i contributi previdenziali dovuti
  • gli oneri detraibili e deducibili, come le spese mediche e il canone pagato per chi vive in affitto
  • la scelta di destinazione dell’8 per mille (o del 5 per mille per finalità sociali, o del 2 per mille a sostegno di un partito politico)
  • gli eventuali familiari a carico del lavoratore o pensionato

Quando viene rilasciata Certificazione Unica?

Quest’anno, vista la pandemia, la scadenza per l’invio è stata posticipata al 31 marzo 2021. Avresti già dovuto ricevere tutto, controlla bene. Se non la trovi, contatta il tuo datore di lavoro: è in ritardo e potrebbe avere una multa se non te la invia al più presto.

Cosa succede se la CU è sbagliata?

Se ricevi la Certificazione Unica e ti accorgi che ci sono degli errori devi segnalare subito il problema al tuo datore di lavoro o committente, il quale sarà tenuto a inviare una correzione all’Agenzia delle Entrate.

Come ricevere la Certificazione Unica dall’INPS

In linea generale, l’INPS mette a disposizione il documento direttamente nella propria area riservata per tutti i cittadini che devono riceverlo. Se sei un pensionato o percepisci i sussidi dall’INPS come la disoccupazione o reddito di cittadinanza, esistono diversi modi per avere una copia della tua Certificazione Unica. Vediamo insieme quali.

La Certificazione Unica dall’INPS per via telematica

Si tratta del modo più facile per scaricare la Certificazione Unica. Ti basta andare sul sito web dell’INPS e seguire il percorso :

Prestazioni e Servizi → Servizi → Certificazione unica (cittadino)

In alternativa, puoi accedere direttamente alla tua Area Riservata MyINPS attraverso PIN e Codice Fiscale, oppure SPID, Carta Nazionale dei Servizi, Carta di Identità Elettronica.

La Certificazione Unica dall’INPS in formato cartaceo

La Certificazione Unica può essere rilasciata in formato cartaceo dagli sportelli INPS presenti sul territorio. In questo caso, devi prenotare un appuntamento e recarti presso la Struttura competente.

La Certificazione Unica dall’INPS per posta

Per ricevere la Certificazione Unica presso il proprio domicilio via posta, devi contattare il Contact Center dell’INPS al numero verde 800 434320.

I cittadini non titolari, delegati o eredi del titolare, possono richiedere l’invio tramite posta ordinaria scrivendo una mail a [email protected]

Se, invece, sei un pensionato residente all’estero può richiedere l’invio per posta, telefonando al numero 0039-06164164

CU INPS per posta elettronica

Se hai un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) puoi richiedere la Certificazione Unica scrivendo una mail a [email protected] e allegando un documento d’identità valido.

Related Articles

Le informazioni sul sito web di Taxfix sono di carattere generale, hanno un puro scopo esplicativo e non costituiscono in alcun modo una consulenza fiscale, contabile o legale. Nonostante l’attento controllo delle fonti citate, non ci assumiamo alcuna responsabilità per il contenuto dei link esterni.