Informativa sulla Privacy

Dichiarazione sulla tutela dei dati in relazione all’uso dell’app Taxfix e ai servizi del Commercialista

Versione: maggio 2019

Con la presente dichiarazione sulla tutela dei dati la informiamo sulle finalità per le quali contestualmente all’utilizzo della licenza d’uso fornita da Taxfix GmbH e dei servizi forniti da Isitax s.r.l. stp vengono raccolti, trattati e utilizzati dati personali.

§ 1 – Fornitore

La licenza d’uso dell’app Taxfix è fornita dalla società Taxfix GmbH, Stralauer Allee 11, 10245 Berlino (di seguito: “Taxfix” oppure “noi”). Taxfix è inoltre responsabile per la raccolta, l’elaborazione e l’utilizzo dei dati personali degli utenti dei servizi Taxfix (di seguito denominati “lei”) ai sensi del regolamento di base UE sulla protezione dei dati (GDPR). Alcune parti del trattamento dei dati sono effettuate sotto la responsabilità congiunta con Isitax s.r.l. stp, rappresentata dal dott. Commercialista Stephan Grossmann, Vicolo Stella, 6 – 39052 Caldaro sulla strada del vino (BZ), codice fiscale e partita Iva 03038550210 (di seguito anche chiamato “Commercialista”) con cui l’utente conclude, nell’ambito dell’utilizzo dei servizi del Commercialista, un contratto separato. Taxfix non fornisce alcuna consulenza fiscale, ma fornisce il software e la piattaforma con cui vengono registrati i dati fiscali rilevanti e attraverso la quale il Commercialista può accedere ai dati per la preparazione della dichiarazione dei redditi.

Siamo raggiungibili telefonicamente al numero +49 30 92106949 oppure via e-mail all’indirizzo: privacy@taxfix.de.

Per eventuali domande riguardanti la tutela dei dati nel contesto dell’utilizzo dell’app e dei servizi, può rivolgersi in qualsiasi momento al nostro responsabile della protezione dei dati designato, scrivendo all’indirizzo postale sopra indicato oppure all’indirizzo di posta elettronica di cui sopra.

§ 2 – Principi generali di protezione dei dati adottati da Taxfix e dal Commercialista

  • 2.1 La tutela e la sicurezza nel trattamento dei suoi dati sono per noi questioni cruciali. Siamo consapevoli della sensibilità dei suoi dati fiscalmente rilevanti e ci atteniamo fermamente a tutte le disposizioni del diritto europeo in materia di protezione dei dati.

  • 2.2 Le informazioni fiscali da lei fornite rimangono dati di sua proprietà. La nostra società e il commercialista tratteranno i suoi dati esclusivamente per le finalità illustrate nella presente dichiarazione sulla tutela dei dati.

    Nel momento in cui ci fornirà informazioni fiscali, esse saranno da noi trattate e utilizzate solamente per mettere a disposizione la licenza d’uso ed i servizi più esattamente descritti nelle Condizioni Generali di Servizio e nel contratto di incarico professionale con Isitax s.r.l. stp, per fornire tali servizi qualora si tratti di prestazioni a pagamento, per rendere più comodo e sicuro l’utilizzo dell’app e dei servizi del Commercialista o, laddove necessario, per adempiere ai nostri doveri di legge.

    Taxfix e il Commercialista lavorano a stretto contatto per fornirle un’esperienza utente senza soluzione di continuità mentre compila e presenta la sua dichiarazione dei redditi. Taxfix è responsabile dell’infrastruttura tecnica. Il Commercialista tratta i dati per le finalità descritte più dettagliatamente nel contratto di incarico professionale e nella misura in cui ciò è spiegato nella presente dichiarazione sulla protezione dei dati. In linea di principio, può contattare Taxfix per tutte le richieste di informazioni e anche per far valere i suoi diritti alla protezione dei dati (si veda anche sezione 9). Ci occupiamo internamente di rispondere alle sue domande e di attuare i suoi diritti.

  • 2.3 Da parte nostra, ci impegniamo a trattare i suoi dati nella misura più ridotta possibile e in maniera sicura. Adottiamo a tal fine moderni metodi di cifratura e limitiamo la quantità di dati raccolti e trasmessi al minimo necessario. Le sue informazioni fiscali vengono debitamente codificate e quindi da noi archiviate. Anche la trasmissione della sua dichiarazione dei redditi all’Agenzia delle Entrate e tutta la comunicazione con il Commercialista avviene tramite connessioni criptate.

§ 3 – Trattamento dei dati in caso di utilizzo dell’app Taxfix e dei servizi del Commercialista

  • 3.1 Registrazione tramite l’app Taxfix. L’app Taxfix, scaricabile da un app store, consente di effettuare tutte le operazioni, dalla registrazione all’inserimento di informazioni fiscali, fino al trasferimento dei dati fiscali al Commercialista che si occuperà della preparazione e trasmissione della dichiarazione all’Agenzia delle Entrate. Nella parte introduttiva al primo avvio dell’app le chiederemo il suo stato civile, le sue condizioni di vita, le sue fonti di reddito, se ha vissuto all’estero, se ha avuto redditi prodotti all’estero. Queste informazioni sono per noi necessarie per poter stabilire se l’app Taxfix e i servizi del Commercialista sono adatti ai fini della predisposizione della sua dichiarazione dei redditi. Le chiederemo inoltre il suo indirizzo e-mail, che utilizzeremo per creare il suo account utente Taxfix e per metterci in contatto con lei in caso di necessità. Tali informazioni saranno di seguito sinteticamente definite “dati di registrazione”.

    Sulla base dei dati di registrazione, provvederemo a creare un account utente Taxfix. La informiamo in particolare che ci avvaliamo di servizi tecnici (ad es. server) di Google Inc., assicurandoci che vengano rispettati i più elevati standard tecnici di sicurezza; in linea di principio tutti i dati vengono archiviati in Europa (si vedano i dettagli di cui al punto 7). Per ragioni di natura tecnica, può tuttavia accadere che l’infrastruttura venga manutenuta o in parte anche resa disponibile dagli USA. Trattando dati sensibili, ci adoperiamo anche in questo caso per garantire la massima trasparenza.

    Alla fine della parte introduttiva, le chiederemo di prendere atto delle Condizioni Generali di Servizio e della presente dichiarazione sulla tutela dei dati.

    Per via delle disposizioni di legge, la comunicazione con le autorità fiscali italiane avviene tramite un Commercialista esterno a Taxfix. Il Commercialista verifica i dati forniti e predispone una dichiarazione per la consegna all’Agenzia delle Entrate. L’incarico del Commercialista e la conclusione del contratto di incarico professionale avviene cliccando sul pulsante di registrazione presente all’interno dell’app Taxifx. Il Commercialista riceve da noi e concede a Taxfix l’accesso alle informazioni fiscali e ad eventuali comunicazioni con l’Agenzia delle Entrate in modo da poter informare l’utente tramite l’app o via e-mail e mostrargli i suoi dati fiscali nell’app Taxfix. Base giuridica per tale trattamento dei dati è l’art. 6 comma 1 lett. b GDPR.

    Cliccando sul pulsante di registrazione lei acconsente inoltre a quanto segue:


    Acconsento che Taxfix e il Commercialista raccolgano e trattino come descritto in precedenza anche eventuali dati sensibili fiscalmente rilevanti relativi alle mie preferenze religiose, alla mia salute e preferenze per un partito politico al fine di offrire i servizi del Commercialista. Ho in qualsiasi momento il diritto di revocare il consenso prestato con effetto per il futuro, consapevole che in seguito a ciò non potrò più utilizzare integralmente l’app Taxfix e i servizi del Commercialista.


    Per poter verificare il suo account e-mail, le invieremo un’e-mail di conferma in cui troverà un apposito link di conferma. Una volta verificato l’indirizzo e-mail, la registrazione sarà completata.

    I dati di registrazione saranno utilizzati per creare l’account utente Taxfix e per predisporre il rapporto contrattuale. I dati di registrazione saranno inoltre trasmessi al Commercialista ai fini della predisposizione congiunta del rapporto contrattuale. Base giuridica per tale trattamento dei dati è l’art. 6 comma 1 lett. b GDPR.

    I dati di registrazione saranno memorizzati per tutto il periodo in cui l’account utente Taxfix resterà attivo e, all’estinzione dell’account, rimarranno conservati per altri dodici mesi. Qualora, per ragioni contabili, fosse necessario conservare informazioni riguardanti pagamenti effettuati, il termine di conservazione nel quadro dei dati di registrazione sarà di sei anni. Base giuridica per tale conservazione è l’art. 6 comma 1 lett. c GDPR in collegamento con il Decreto legislativo del 30/06/2003 n. 196 – modificato da Decreto legislativo del 10/08/2018 n. 101.

  • 3.2 Download da un’app store. Per poter scaricare e installare l’app Taxfix da un app store (Google Play, Apple App Store), occorre innanzitutto registrarsi presso il provider dell’app store e sottoscrivere un apposito contratto di utilizzo, di cui non siamo parte e sul cui contenuto non abbiamo alcuna influenza. Scaricando e installando l’app, saranno trasmesse al provider del rispettivo app store (Google o Apple) le informazioni necessarie, in particolare il nome dell’utente, il suo indirizzo e-mail e il codice cliente dell’account App Store, l’ora del download e l’identificativo del dispositivo. Non abbiamo alcuna influenza sulla raccolta di questi dati e non ne siamo pertanto responsabili. Da parte nostra, trattiamo i dati disponibili unicamente nella misura necessaria per scaricare e installare l’app sul dispositivo mobile dell’utente (ad es. iPhone, iPad o device Android). In seguito a ciò, i suddetti dati non vengono ulteriormente salvati.

  • 3.3 Protezione dell’accesso. L’utente ha la possibilità di proteggere l’accesso all’app Taxfix sul proprio dispositivo mediante un codice PIN. Il PIN può essere modificato in qualsiasi momento nelle impostazioni dell’account. A scelta, sui dispositivi Apple abilitati è inoltre possibile utilizzare anche la funzione Touch ID, che consente l’accesso all’app Taxfix tramite riconoscimento dell’impronta digitale. Si fa notare che l’impronta digitale non viene trasmessa a Taxfix. La funzione Touch ID è concepita in maniera tale per cui l’impronta digitale rimane memorizzata unicamente sul dispositivo mobile dell’utente. Per maggiori informazioni in proposito, si rimanda alle informazioni fornite da Apple sulla funzione Touch ID. I più recenti dispositivi Apple consentono lo sblocco per mezzo del cosiddetto Face ID. Anche i dati relativi al Face ID rimangono sul dispositivo e non vengono trasmessi a Taxfix. Per maggiori informazioni in proposito, si rimanda alle informazioni fornite da Apple sulla funzione Face ID.

  • 3.4 Utilizzo dell’app. Nel corso dell’utilizzo dell’app, per consentire l’esecuzione delle funzioni della stessa vengono rilevati e a noi automaticamente trasmessi dal dispositivo mobile i seguenti dati tecnici (tali dati sono di seguito sinteticamente indicati con il termine “dati di utilizzo”):

    • nome del dispositivo (ad es. “Apple iPhone 8” oppure “Samsung Galaxy S9”)
    • sistema operativo e versione
    • versione dell’app
    • lingua di sistema impostata
    • dati generali del dispositivo, come impostazioni linguistiche e regionali
    • indirizzo IP del dispositivo
    • data e ora dell’utilizzo
    • ID applicazione per l’identificazione dell’installazione app

    Per migliorare l’app, in caso di crash (cioè la chiusura inaspettata dell’app a causa di un errore di programma o l’assenza di reazioni alle azioni dell’utente) l’app ci invierà messaggi di errore. Tali messaggi di errore non contengono dati personali ma unicamente i suddetti dati tecnici sul dispositivo e informazioni relative al punto del codice software dell’app che ha causato l’errore.

    Al termine di ogni accesso, i dati di utilizzo saranno protocollati per un periodo pari a tre mesi in file di log interni e subito dopo anonimizzati.

    Ci serviamo dei dati di utilizzo e dei messaggi di errore per consentire il funzionamento dell’app, per riconoscere ed eliminare possibili rischi per la sicurezza o malfunzionamenti e per garantire la stabilità dei nostri sistemi. Base giuridica per tale trattamento dei dati è l’art. 6 comma 1 lett. b GDPR, nella misura in cui ciò concerne la predisposizione di funzioni app, e l’art. 6 comma 1 lett. f GDPR, secondo cui il trattamento dei dati è ammesso per la protezione di legittimi interessi, nella misura in cui ciò concerne la raccolta e l’ulteriore trattamento dei dati in file di log interni. I nostri legittimi interessi consistono nell’assicurare la funzionalità dell’app, il rilevamento e l’eliminazione di errori, così come la diagnosi precoce e la difesa contro attacchi informatici.

  • 3.5 Identificazione. La presentazione della dichiarazione dei redditi richiede per motivi di legge un’identificazione univoca del soggetto d’imposta. Tale identificazione avviene a fronte di un documento d’identità ufficiale e previa verifica dei dati ivi contenuti. Ai fini dell’identificazione valgono i seguenti documenti: carta d’identità della Repubblica Italiana nel nuovo o nel vecchio formato oppure passaporto. I documenti vengono acquisiti per mezzo della fotocamera del dispositivo dell’utente. Per poter utilizzare la fotocamera all’interno dell’app, è necessario ottenere un’apposita abilitazione all’accesso (si veda punto 5). Vanno fotografati entrambi i lati del documento, vale a dire fronte e retro. Le immagini dei documenti d’identità saranno utilizzate esclusivamente ai fini dell’identificazione del soggetto d’imposta e, allo stesso scopo, messe a disposizione del Commercialista. Base giuridica per il trattamento dei dati nell’ambito dell’identificazione è l’art. 6 comma 1 lett. c GDPR in collegamento con il Decreto legislativo del 30/06/2003 n. 196 – modificato da Decreto legislativo del 10/08/2018 n. 101.

    Il Commercialista è tenuto per legge a poter fornire informazioni su chi ha autorizzato una trasmissione di documenti fiscali all’Agenzia delle Entrate ed eventuali modifiche dei moduli precompilati. I dati identificativi vengono pertanto conservati per una durata prescritta dalla legge pari a cinque anni a decorrere dal termine dell’anno in cui i documenti sono stati trasmessi. Base giuridica per tale conservazione è l’art. 6 comma 1 lett. c GDPR in collegamento con il Decreto legislativo del 30/06/2003 n. 196 – modificato da Decreto legislativo del 10/08/2018 n. 101.

  • 3.6 Rilevamento e inserimento delle informazioni fiscali, upload dei documenti giustificativi. Per la predisposizione e la presentazione dell’attuale dichiarazione dei redditi è necessaria l’acquisizione di parti della dichiarazione dei redditi dell’anno precedente (Allegato 3 / Modello 730-3). Il documento viene acquisito per mezzo della fotocamera del dispositivo dell’utente. I dati contenuti nel documento vengono raccolti da Taxfix e al tempo stesso inviati al Commercialista che li utilizzerà per predisporre l’attuale dichiarazione. Base giuridica per il trattamento dei dati nell’ambito dell’acquisizione della dichiarazione e della rispettiva trasmissione al Commercialista è il Decreto legislativo del 30/06/2003 n. 196 – modificato da Decreto legislativo del 10/08/2018 n. 101.

    Vengono quindi esaminate le informazioni fiscalmente rilevanti conservate presso l’Agenzia delle Entrate (tali dati saranno in seguito chiamati anche “informazioni fiscali”) per poterli utilizzare ai fini della predisposizione dell’attuale dichiarazione dei redditi. Il Commercialista esaminerà, su Suo incarico, i dati presenti nella sua dichiarazione precompilata. A tale scopo, è necessario il suo nome, il suo codice fiscale, copia del documento di identità, copia della dichiarazione dei redditi dell’anno precedente ed una delega firmata per mezzo di una Firma Elettronica Avanzata (FEA). La FEA è implementata e gestita da un fornitore di servizi specializzato in Italia (IN.TE.S.A. – Iniziative Telematiche per Servizi Applicativi S.p.A., Strada Pianezza, 289 – 10151 Torino, Italia, “IN.TE.S.A.”).

    Il Commercialista e Taxfix acquisiscono in tal modo informazioni su titolo, cognome, nome, stato civile, occupazione, indirizzo, confessione religiosa, lavoro, datore di lavoro, dati della certificazione dei redditi da lavoro o dell’ultima busta paga, abitazioni, corsi di formazione, perfezionamento e qualificazione professionale, proventi da redditi da capitale e altri proventi, assicurazioni, spese mediche, reversibilità, disabilità, persone assistite, dati personali dei figli conviventi (inclusi i costi per i figli, informazioni su disabilità e reversibilità), genitori o altre persone, donazioni, spese domestiche, pagamento di assegni di mantenimento. Base giuridica per il trattamento dei dati nell’ambito della raccolta di informazioni fiscali e del relativo trattamento è l’art. 6 comma 1 lett. b GDPR.

    L’acquisizione e la verifica delle informazioni fiscali da parte del Commercialista richiede un certo tempo. L’utente verrà informato non appena i dati saranno stati assunti. Nell’app, tramite l’elenco di domande, l’utente ha la possibilità di correggere o confermare le informazioni fiscalmente rilevanti raccolte. Base giuridica per il trattamento dei dati nell’ambito dell’acquisizione di informazioni fiscali è l’art. 6 comma 1 lett. b GDPR.

    Le informazioni fiscali possono comprendere in particolare dati personali sensibili, come dati sulla salute, eventuali spese per cure, informazioni sulla preferenza di una confessione religiosa e/o partito politico (nel Modello 730-1). Facciamo espressamente presente che, da parte nostra e del Commercialista, le informazioni fiscali saranno trattate unicamente ai fini della fornitura della licenza d’uso dell’app Taxfix e dei servizi del Commercialista. Per attuare i servizi, dobbiamo però come sopra già menzionato ricorrere a fornitori esterni.

    Una volta inseriti tutti i dati fiscali, verrà calcolato il carico fiscale o il rimborso.

    Per determinate informazioni fiscali e in caso di modifiche rispetto alla dichiarazione precompilata, l’Agenzia delle Entrate richiede documentazione delle spese sostenute. Nell’app sono elencati i documenti necessari. L’acquisizione dei documenti avviene per mezzo della fotocamera del dispositivo dell’utente. Successivamente, l’utente potrà cancellare i documenti e acquisirne nuovi. Infine, viene richiesta una conferma circa la conformità dei documenti forniti. Base giuridica per il trattamento dei dati nell’ambito delle prove concrete è l’art. 6 comma 1 lett. c GDPR in collegamento con il Decreto legislativo del 30/06/2003 n. 196 – modificato da Decreto legislativo del 10/08/2018 n. 101. La documentazione sarà utilizzata per fornire i servizi di preparazione e invio della dichiarazione dei redditi da parte del Commercialista. Base giuridica per tale trattamento dei dati è l’art. 6 comma 1 lett. b GDPR.

    Copia delle dichiarazioni trasmesse, le informazioni fiscali e la documentazione acquisita saranno salvate tenendo conto dei termini per l’accertamento delle dichiarazioni dei redditi definiti dall’art. 43 del DPR 600/1973 e secondo gli obblighi di conservazione definiti dall’art. 3 del DPR 332/1998 in forma integralmente codificata per un periodo pari a 60 mesi dalla trasmissione della dichiarazione dei redditi. Successivamente i dati saranno anonimizzati.

    La dichiarazione dei redditi, le informazioni fiscali e la documentazione acquisita saranno presentati all’Agenzia delle Entrate e successivamente conservati utilizzando i servizi di IN.TE.S.A., un prestatore di servizi specializzato in queste operazioni secondo la legislazione fiscale italiana.

  • 3.7 Scelta dei beneficiari di 8, 5 e 2 per mille. L’utente può stabilire i beneficiari dell’8, 5 e 2 per mille e fornire informazioni in proposito. Da parte nostra e del Commercialista, le informazioni sui beneficiari dell’8, 5 e 2 per mille verrà trattata ai fini dell’indicazione nella dichiarazione dei redditi. Base giuridica per tale trattamento dei dati è l’art. 6 comma 1 lett. c GDPR in collegamento con il Decreto legislativo del 30/06/2003 n. 196 – modificato da Decreto legislativo del 10/08/2018 n. 101.

  • 3.8 Pagamento, verifica e trasmissione della dichiarazione dei redditi. Prima di trasmettere all’Agenzia delle Entrate la documentazione della dichiarazione dei redditi compilata, è richiesto innanzitutto il pagamento del compenso per le prestazioni fornite da l Commercialista. Dettagli in proposito sono contenuti nelle Condizioni Generali di Servizio.

    Per la procedura di pagamento utilizziamo i servizi di Stripe, Inc. 510 Townsend Street, San Francisco, CA 94103, USA (“Stripe”). In relazione all’elaborazione del pagamento del compenso non memorizziamo alcuna informazione sulla carta di credito. I dati della carta di credito o gli estremi bancari vengono inoltrati direttamente a Stripe. Ulteriori informazioni sul trattamento dei dati da parte di Stripe sono reperibili nella rispettiva dichiarazione sulla tutela dei dati. Base giuridica per il trattamento dei dati collegato all’utilizzo da parte di Stripe è l’art. 6 comma 1 lett. b GDPR.

    Stripe raccoglie altri dati per scopi propri, fra cui la prevenzione di abusi, il perfezionamento dei prodotti nonché per finalità commerciali. Fanno parte delle informazioni raccolte in particolare dati tecnici di utilizzo (indirizzo IP, identificativi del dispositivo o informazioni sul sistema operativo).

    Il trattamento dei dati da parte di Stripe avviene in parte su server negli USA. Nel caso in cui dati personali vengano trasmessi negli USA, Stripe aderisce all’EU-US Privacy Shield e si impegna pertanto a garantire i principi europei in materia di tutela dei dati e un livello di protezione equivalente a quello europeo anche nel quadro del trattamento di dati trasferiti negli USA.

    Al termine della procedura di pagamento, l’utente riceverà via e-mail la relativa ricevuta di pagamento. La dichiarazione dei redditi verrà predisposta dal Commercialista, qualora fosse necessario raccogliere ulteriori informazioni, la informerà via e-mail.

    Non appena la verifica delle informazioni sarà stata completata e la dichiarazione dei redditi predisposta, il Commercialista provvederà a trasmetterla all’Agenzia delle Entrate. L’utente riceverà un’apposita notifica in proposito. La dichiarazione dei redditi finale verrà visualizzata nell’app Taxfix per tutto il periodo in cui l’account utente Taxfix resterà attivo o fino a quando l’utente ne richiederà la cancellazione. Base giuridica per tale trattamento dei dati è l’art. 6 comma 1 lett. b GDPR.

  • 3.9 Archiviazione dei documenti. Salviamo le informazioni fiscali e la dichiarazione dei redditi allo scopo di semplificare la preparazione della dichiarazione stessa l’anno successivo. Le informazioni fiscali e la documentazione sono salvate in forma codificata ed esclusivamente in Europa. Le informazioni fiscali a noi conferite vengono integralmente salvate in forma completamente codificata per un periodo pari a 60 mesi a decorrere dalla trasmissione della dichiarazione dei redditi. Successivamente i dati saranno anonimizzati. Utilizziamo le informazioni fiscali allo scopo di fornire la licenza d’uso dell’app Taxfix e i servizi del Commercialista, di mettere a disposizione del Commercialista i dati dell’anno precedente nell’anno successivo per l’elaborazione della dichiarazione dei redditi e per eseguire il relativo contratto. Base giuridica per tale trattamento dei dati è l’art. 6 comma 1 lett. b GDPR.

  • 3.10 Assistenza. In caso di domande sull’uso dell’app Taxfix, potrà rivolgersi in qualsiasi momento alla nostra assistenza clienti. Il nostro personale dell’assistenza è raggiungibile cliccando il pulsante “Contatta l’assistenza clienti” nelle impostazioni dell’account. Tramite il servizio di assistenza potrà fare domande sull’uso dell’app Taxfix, di comprensione generale, in merito all’identificazione o su come vengono trattate determinate circostanze. È inoltre possibile segnalare anche errori o bug dell’app. Sottolineiamo tuttavia che l’assistenza non fornisce consulenza fiscale personalizzata e domande in proposito non saranno pertanto considerate. Segnaliamo altresì che per l’assistenza facciamo uso di una soluzione ticket del fornitore esterno Intercom, Inc. e che pertanto i contenuti delle richieste possono tecnicamente essere temporaneamente salvati anche negli USA. Con il fornitore abbiamo concluso contratti che garantiscono un livello di protezione dei dati equivalente a quello europeo e il nostro fornitore è certificato in base all’EU-US-Privacy Shield. Sotto il profilo tecnico, la trasmissione delle richieste di assistenza avviene in forma codificata. Per evitare tale trattamento delle proprie informazioni fiscali o di circostanze sensibili, è opportuno non comunicare tali dati tramite l’assistenza perché, come detto, non ci è possibile fornire una consulenza fiscale personalizzata. Base giuridica per il trattamento delle richieste di assistenza da parte dell’utente è l’art. 6 comma 1 lett. b GDPR. Le richieste di assistenza a noi inviate, così come le rispettive risposte, vengono salvate a scopo probatorio per una durata pari a 18 mesi dalla chiusura della pratica. Successivamente i dati vengono anonimizzati automaticamente.

§ 4 – Analisi dei dati di utilizzo

Illustriamo qui di seguito la modalità di trattamento dei dati ai fini dell’analisi dei dati di utilizzo dell’app Taxfix.

Per migliorare e ottimizzare continuamente l’app Taxfix, per il rilevamento statistico e l’analisi del comportamento generale di utilizzo nonché per offrire all’utente la migliore esperienza pratica possibile, facciamo uso di tecnologie per l’analisi dei dati di utilizzo. I dati sull’utilizzo della nostra app vengono salvati esclusivamente in forma pseudonimizzata, ovvero utilizzando un identificativo distinto e senza fare ricorso al nome dell’utente o ad altre informazioni direttamente identificabili. I dati saranno conservati per un periodo pari a 12 mesi in forma pseudonimizzata e successivamente completamente cancellati o anonimizzati. Base giuridica per l’analisi dei dati di utilizzo nella forma del trattamento dei dati in seguito descritta è l’art. 6 comma 1 lett. f GDPR, in virtù del nostro legittimo interesse a progettare in base alle nostre esigenze e a ottimizzare costantemente la nostra app. L’utente può opporsi alla raccolta dei dati di utilizzo dell’app Taxfix (cosiddetto opt-out) attivando il pulsante situato all’interno dell’app Taxfix, alla sezione Account/Informativa sulla Privacy.

Adjust. Per l’analisi dei dati di utilizzo, ci serviamo di una soluzione software di Adjust GmbH, che rileva e analizza in forma anonimizzata gli eventi e le funzioni attivate nell’app nonché la navigazione al suo interno. Gli indirizzi IP e Mac rilevati e l’identificativo univoco del dispositivo dell’utente (cosiddetto Identifier, ad es. sotto forma di ID pubblicitari Apple) vengono immediatamente anonimizzati da Adjust in modo da impedire qualsiasi collegamento alla sua persona. Le informazioni vengono utilizzate per generare valutazioni circa il comportamento generale dell’utente, non riferibile alla persona, in relazione all’app Taxfix e consentire in tal modo una ricerca di mercato autonoma per una progettazione in base alle nostre esigenze e l’ottimizzazione della nostra app. Tale analisi statistica dei dati di utilizzo non ha scopo commerciale e non è correlata all’invio di pubblicità. Per quanto riguarda la summenzionata opzione di opt-out, l’utente ha la facoltà di opporsi al trattamento dei dati descritto.
Ulteriori informazioni su Adjust sono reperibili consultando la pagina: https://www.adjust.com/privacy-compliance/.

Segment.io. Per l’analisi dei dati di utilizzo, facciamo inoltre uso di Segment.io, un servizio offerto da Segment.io, Inc, (101 15th St, San Francisco, CA 94103, USA), (“Segment”), che ci supporta nel raccogliere e analizzare i dati tecnici di utilizzo prodotti durante l’uso della nostra app, a valutarli con l’ausilio delle tecnologie dedicate descritte in questo paragrafo e ad impiegarli al fine di ottimizzare l’esperienza pratica dell’app. I dati di utilizzo raccolti sono trattati unicamente in forma pseudonimizzata. Gli indirizzi IP, gli IDFA e gli ID pubblicitari di Google vengono abbreviati subito dopo il rilevamento e i dati non vengono impiegati per ricondurre profili di utilizzo a dati personali dell’utente. Le informazioni pseudonime riguardanti l’utilizzo della nostra app vengono di norma trasmesse a un server di Segment negli USA e lì salvate. Segment garantisce espressamente per contratto il rispetto delle disposizioni europee in materia di protezione dei dati. Per quanto riguarda la summenzionata opzione di opt-out, l’utente ha la facoltà di opporsi al trattamento dei dati descritto.

§ 5 – Autorizzazioni necessarie per l’utilizzo dell’app Taxfix

Per alcune funzioni, l’app Taxfix richiede l’accesso a determinati servizi e dati del dispositivo dell’utente. Per poter sfruttare appieno tutte le funzioni dell’app, l’utente dovrà ogni volta fornire espressamente la propria autorizzazione all’accesso. Qui di seguito sono descritte le autorizzazioni richieste da Taxfix e per quale tipo di funzione sono necessarie.

  • 5.1 IOS

    • Messaggi / Notifiche push. Rispondendo alla domanda “Autorizza Taxfix all’invio di notifiche push” con “Autorizza”, l’utente acconsente a ricevere tramite l’app notifiche push su determinati eventi e argomenti (in particolare scadenze relative alla consegna della dichiarazione dei redditi e altre tematiche rilevanti sotto il profilo fiscale) quando l’app non è aperta. Le notifiche possono essere in forma di segnale acustico, messaggio (ad es. visualizzazione di banner sullo schermo) e/o simboli (un’immagine o un carattere sull’icona dell’app). Maggiori informazioni in merito ai messaggi push e sulle possibili opzioni di configurazione sono reperibili al punto 6.

    • Autorizzazione fotocamera e fotografie. Rispondendo alla domanda “Per poter caricare la foto del documento d’identificazione, Taxfix richiede l’accesso alla galleria fotografica” con “Autorizza”, l’utente autorizza l’app ad accedere alla galleria fotografica. Per acquisire una foto del documento tramite la fotocamera direttamente nell’app, è necessario accedere alla fotocamera, operazione cui l’utente acconsente fornendo la propria autorizzazione nelle impostazioni (“Impostazioni”, quindi “Privacy”, infine “Fotocamera”). All’occorrenza, l’app invierà un’apposita notifica: “Abilitare fotocamera – Per l’acquisizione di una fotografia del documento, Taxfix richiede l’accesso alla fotocamera”. L’autorizzazione all’accesso a fotocamera e fotografie viene concessa esclusivamente al fine dell’acquisizione dei documenti. Sarà elaborata o acquisita nella specifica fase unicamente la foto selezionata. Non avrà luogo alcun altro utilizzo né della fotografia né della funzione fotocamera. Tramite le impostazioni del dispositivo dell’utente (“Impostazioni”, quindi “Privacy”, infine “Fotocamera”) è possibile revocare in qualsiasi momento le autorizzazioni concesse.

  • 5.2 Android

    • Accesso a tutte le reti. In fase di installazione, questa autorizzazione viene richiesta per consentire all’app di trasmettere dati mediante la connessione Internet del dispositivo dell’utente (WLAN o connessione dati). L’autorizzazione è necessaria per trasmettere ad esempio i dati dell’utente nell’ambito della registrazione ai nostri server.

    • Accesso alla fotocamera. Questa autorizzazione viene richiesta per consentire all’utente di fotografare le certificazioni dei redditi da lavoro e i documenti richiesti per la preparazione del Modello 730 per raccogliere così rapidamente le informazioni fiscalmente rilevanti. L’app accederà alla fotocamera solamente selezionando la funzione nell’app.

    • Salvataggio di set di dati nella memoria o su schede SD. Questa autorizzazione è necessaria per consentire all’app di archiviare o leggere i dati relativi alla dichiarazione dei redditi dell’utente nella memoria o, all’occorrenza, in un supporto di memoria ausiliario del dispositivo dell’utente. L’app leggerà esclusivamente i dati salvati in relazione all’utilizzo dell’app Taxfix.

§ 6 – Configurazione della funzione notifiche push dell’app Taxfix

  • 6.1 IOS

    Per ricevere comunicazioni push (chiamate in iOS anche “notifiche”) su determinati eventi e argomenti (ad es. scadenze per la consegna della dichiarazione dei redditi) anche quando l’app non è aperta, è necessario fornire all’app l’apposita autorizzazione (cfr. punto 5.1). Tale autorizzazione viene richiesta la prima volta che l’utente apre l’app e si registra o effettua il login. In assenza di autorizzazione da parte dell’utente, da confermare tramite il pulsante “Autorizza”, l’invio di notifiche push non è effettuabile. L’utente può modificare le autorizzazioni per le notifiche push nelle impostazioni iOS o decidere anche in seguito di attivarle o disattivarle.

    A tale scopo, è necessario aprire l’app “Impostazioni” di iOS e selezionare la voce di menu “Notifiche”. Il menu successivo fornisce una panoramica di tutte le app installate sul dispositivo munite di una funzione notifiche push. A questo punto, l’utente dovrà selezionare l’app Taxfix, dove potrà decidere se attivare o disattivare la funzione. Egli ha inoltre la facoltà di adattare la visualizzazione di notifiche push dell’app Taxfix in base alle proprie preferenze.

  • 6.2 Android

    Al momento dell’installazione dell’app, viene richiesta l’autorizzazione alla ricezione di notifiche push, che consente all’utente di ricevere notifiche push anche quando l’app non è aperta. Per evitare che l’app visualizzi notifiche push, è necessario aprire nel menu principale del dispositivo l’app “Impostazioni” e selezionare nel menu successivo la voce “App” (oppure “Gestione applicazioni”). Qui verrà visualizzata una panoramica di tutte le app installate sul dispositivo. A questo punto, l’utente dovrà selezionare Taxfix e poi “Autorizzazioni”. Tramite il cursore è possibile attivare o disattivare la funzione notifiche push.

§ 7 – Sicurezza dei dati e luogo del trattamento dei dati

Per garantire la sicurezza dei dati, adottiamo misure tecniche allo stato dell’arte. Tutte le misure di sicurezza vengono continuamente adeguate al progresso tecnologico. Quando il dispositivo dell’utente su cui l’app è installata è bloccato, tutti i dati salvati sul dispositivo stesso sono codificati. La sicurezza dei dati contro accessi non autorizzati dipende in modo determinante dalla protezione dell’accesso al dispositivo. L’attivazione del blocco automatico del dispositivo rende enormemente più difficoltoso il rilevamento dei dati salvati da parte di terzi non autorizzati, anche se l’effettivo grado di protezione dipende dalle impostazioni di sicurezza selezionate e dalla lunghezza della password adottata. Dettagli sulla codifica hardware del dispositivo iOS sono reperibili nelle indicazioni fornite da Apple sulla sicurezza di iOS. Come descritto al punto 3.3, i dati contenuti all’interno dell’app Taxfix possono essere protetti contro l’accesso non autorizzato per mezzo di un PIN supplementare o tramite Touch ID. Apple fornisce ulteriori indicazioni in merito alla sicurezza di Apple Touch ID e Face ID. Per informazioni sulla sicurezza del dispositivo Android o del sistema operativo utilizzato si rimanda alle pagine del produttore dedicate all’assistenza. La comunicazione fra il dispositivo dell’utente durante l’utilizzo dell’app Taxfix e i nostri web server avviene mediante codifica SSL. I fornitori da noi utilizzati vengono sottoposti a rigidi controlli e hanno dimostrato di operare conformemente agli standard di sicurezza garantiti fornendo attestati di certificazione attuali o documenti equiparabili. I dati dell’utente sono memorizzati in linea di principio all’interno di un centro di calcolo in Europa conformemente a elevati standard di sicurezza e in forma codificata (AES-256-CTR). Il centro di calcolo dispone delle più moderne tecnologie di sicurezza ed è certificato ISO 27018. Laddove, nei casi descritti nella presente dichiarazione sulla tutela dei dati, sussistano punti di contatto con paesi terzi, si garantisce in ogni caso un livello tecnico di sicurezza equivalente agli standard europei. L’eventuale trattamento dei dati in paesi terzi avverrà ad ogni modo nel rispetto delle garanzie previste dalla legislazione.

§ 8 – Trasferimenti

La cessione dei dati da noi raccolti avviene fondamentalmente solo qualora:

  • l’utente abbia fornito espressamente il proprio consenso come da art. 6 comma 1 lett. a GDPR

  • la cessione ai sensi dell’art. 6 comma 1 lett. f GDPR sia necessaria per accertare, esercitare o difendere un diritto in sede giudiziaria e non vi sia motivo di ritenere che l’utente abbia un interesse cogente da tutelare che giustifichi la mancata cessione dei dati

  • la cessione sia prevista da un obbligo legale derivante dall’art. 6 comma 1 lett. c GDPR oppure

  • la cessione sia consentita dalla legge e necessaria ai sensi dell’art. 6 comma 1 lett. b GDPR per l’adempimento di un obbligo contrattuale o per l’esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta.

Il trattamento dei dati descritto nella presente dichiarazione sulla tutela dei dati può essere parzialmente svolto dai nostri fornitori. Oltre ai fornitori menzionati nella presente dichiarazione sulla tutela dei dati, possono rientrare in questa definizione in particolare centri di calcolo incaricati della conservazione delle nostre banche dati, fornitori IT che si occupano della manutenzione dei nostri sistemi nonché aziende di consulenza. I dati vengono ceduti ai nostri fornitori esclusivamente per l’adempimento dei compiti ad essi correlati. I fornitori sono stati da noi accuratamente selezionati e istruiti. Essi sono contrattualmente obbligati a seguire le nostre istruzioni, dispongono di mezzi tecnici e organizzativi idonei alla tutela dei diritti degli interessati e vengono sottoposti a regolari controlli da parte nostra.

I dati possono inoltre essere ceduti a seguito di richieste delle autorità competenti, sentenze di tribunali e azioni giudiziarie ai fini dell’attuazione e del rispetto delle disposizioni di legge.

§ 9 – Diritti dell’utente

L’utente ha in qualsiasi momento il diritto di richiedere informazioni sul trattamento dei propri dati personali da parte nostra. Nel comunicare tali informazioni, forniremo spiegazioni sulla procedura di trattamento dei dati oltre che una panoramica dei dati personali memorizzati.

Qualora i dati memorizzati fossero errati o non aggiornati, l’utente ha il diritto di richiederne la correzione.

Egli può inoltre esigerne la cancellazione. Se ciò, a causa di altre disposizioni di legge, non fosse eccezionalmente possibile, i dati saranno bloccati e resi disponibili unicamente per quello specifico scopo giuridico.

L’utente può inoltre limitare il trattamento dei propri dati, ad esempio nel caso in cui reputi che i dati in nostro possesso non siano corretti. Egli gode anche del diritto alla portabilità dei dati, che ci impone, qualora lo desideri, di fargli pervenire una copia digitale dei dati personali da egli resi disponibili.

Per l’esercizio dei diritti sopra descritti contro noi o contro il Commercialista, l’interessato può rivolgersi in qualsiasi momento ai riferimenti riportati al punto 1 (e-mail e telefono). Lo stesso vale qualora l’interessato desideri ricevere copie di garanzie come attestazione del livello adeguato di protezione dei dati.
L’interessato può inoltre opporsi al trattamento dei dati, in ottemperanza all’art. 6 comma 1 lett. f GDPR. L’interessato ha infine il diritto di proporre reclamo all’autorità di controllo competente. L’interessato può esercitare questo diritto presso l’autorità di controllo competente del proprio Stato membro di residenza, del proprio luogo di lavoro o del luogo della presunta violazione. L’autorità di controllo competente in Italia è il Garante per la protezione dei dati personali.

§ 10 – Diritto di revoca e opposizione


Ai sensi dell’art. 7 comma 3 GDPR l’interessato ha il diritto di revocare il proprio consenso in qualsiasi momento. Di conseguenza il titolare non tratterà più in futuro i dati che erano oggetto di tale consenso. La revoca del consenso non pregiudica la liceità del trattamento basata sul consenso prima della revoca.
Nella misura in cui trattiamo i dati personali dell’interessato sulla base del nostro legittimo interesse ai sensi dell’art. 6 comma 1 lett. f GDPR, l’interessato ha diritto, ai sensi dell’art. 21 GDPR, di opporsi al trattamento dei dati personali che lo riguardano per motivi connessi alla sua situazione particolare e a un interesse da tutelare che a suo parere è prevalente. Qualora l’interessato si opponga al trattamento dei dati per finalità di marketing diretto, vige un diritto di opposizione generale che si attua anche senza che debbano essere specificati i motivi. Il diritto di opposizione al trattamento dei dati di utilizzo può inoltre essere esercitato dall’interessato attivando il pulsante opt-out come descritto al punto 4.
Per esercitare il proprio diritto di revoca o opposizione, è anche sufficiente che l’interessato invii una comunicazione scritta ai riferimenti di contatto sopra menzionati.


§ 11 – Modifiche

Taxfix si riserva il diritto di modificare la presente dichiarazione sulla tutela dei dati. La versione attuale della dichiarazione sulla tutela dei dati è consultabile in qualsiasi momento nelle impostazioni dell’account all’interno dell’App Taxfix e sul sito taxfix.it.

Versione: 1.0IT / Ultimo aggiornamento: maggio 2019