Caricamento in corso
Detrazioni spese mediche 730:
quanto si risparmia e
come ottenerle
Sapevi che puoi scaricare le spese mediche dalle tasse online?

Dati alla mano, le detrazioni per le spese mediche sono le più richiesta dagli italiani attraverso la dichiarazione dei redditi. Ma quali sono? Come e quanto si può risparmiare?

Spese mediche: guida alle detrazioni

Medicine e visite specialistiche sono all’ordine del giorno e il costo in un anno può essere considerevole. Se però conservi fatture e scontrini di tutte le tue spese mediche che hai avuto, potrai beneficiare di uno “sconto” del 19% sulle tasse da pagare ogni anno.

Leggi la guida sulle detrazioni per spese mediche e scopri come richiedere questa agevolazione fiscale.

Per essere precisi: sarebbe più corretto dire “imposte”, ma per semplicità useremo genericamente “tasse” che è più usato nel linguaggio comune.

Come scaricare le spese mediche?

Se in un anno spendi più di 129,11 euro in prestazioni generiche, specialistiche, farmaci o dispositivi medici è proprio arrivato il momento di fare due cose veloci e davvero poco impegnative:

  1. prendere la sana e “conveniente” abitudine di pagare con metodi tracciabili, come bancomat, carta di credito o bonifico
  2. conservare fatture e scontrini “parlanti” che dimostrano la spesa.

Sono questi i presupposti per avere la detrazione del 19% sulle tasse. Dal 2020 infatti l’Agenzia delle Entrate punta tutto sui pagamenti facili da verificare ed esclude dagli incentivi fiscali chi continua a pagare in contanti.

Differenza fra detrazioni e deduzioni fiscali, facciamo chiarezza

Il fiscalese ti annoia a morte o il 730 per te non ha segreti? In ogni caso, fidati: conoscere la differenza tra detrazione e deduzione fiscale ti sarà molto utile al momento di presentare la tua dichiarazione dei redditi e ti darà la possibilità di risparmiare sulle spese mediche.

Detrazioni: sono dei veri e propri “sconti” sulle tasse. Nel caso delle spese mediche, questo sconto è del 19% sul totale.
  • Esempio pratico

  • Se in un anno hai sostenuto 1.500 euro di spese, a queste devi sottrarre la somma minima di 129,11 euro, detta franchigia in fiscalese.

  • Otterrai un totale di 1.370,89 euro.

  • Calcolando il 19% di 1.370,89 il risultato è 260,47 euro. Questa è la somma che sarà possibile scalare dalle tasse con la tua dichiarazione.

  • Niente male, no?

Buono a sapersi: se in un anno non raggiungi la soglia di 129,11 euro non avrai diritto a nessuna detrazione.

Deduzioni: al contrario delle detrazioni, non si applicano sulle tasse da pagare ma abbassano il reddito sui cui quelle stesse tasse vengono calcolate. Un’agevolazione importante: più basso è il reddito, più basso sarà ammontare delle tasse da pagare!
  • Esempio pratico

  • Il tuo reddito annuo è di 15.000,00 euro.

  • Hai sostenuto 1.500,00 euro di spese mediche perché sei disabile o perché lo è un tuo familiare (anche non a carico).

  • Poiché questo tipo di spesa è deducibile e non detraibile, dovrai sottrarre la somma pagata dal tuo reddito:

  • 15.000 - 1.500 = 13.500

Focus fiscale: per essere considerata a carico, una persona deve avere un reddito annuale non superiore a 2.840,51 euro.

Mentre le spese mediche detraibili sono numerose, le uniche deducibili sono quelle per cure mediche e assistenza specifica di persone con particolari patologie (riconosciute dalla Legge 104 del 1992).

Si tratta solitamente di casi di grave e permanente invalidità o menomazione.

Pronta per te una tabella che riassume tutto.

Detrazioni
Deduzioni
• Spese mediche generiche, specialistiche e farmaci
Spese pagate per persone gravemente menomate o invalide:
• Spese mediche per familiari non a carico affetti da patologie esenti
• spese mediche generiche, specialistiche e farmaci
• Spese mediche per persone con disabilità
• assistenza infermieristica e riabilitazione da parte di personale specializzato
• Acquisto di cani guida
• compenso di addetti all’assistenza di base o di operatori tecnico-assistenziali
• Compenso degli addetti all’assistenza personale
• compenso di educatori professionali e di addetti ad attività di animazione e terapia occupazionale
• Dispositivi, strumenti e aiuti per figli o figlie a carico con disturbo specifico dell’apprendimento (DSA)
• attività di ippoterapia e musicoterapia prescritte da un medico

Quali sono le spese mediche detraibili?

Vogliamo fare un controllo? Vediamo quali sono effettivamente le voci che alleggeriscono le tue tasse del 19%.

Attenzione: se le prestazioni mediche sotto elencate vengono eseguite nell’ambito del Servizio Sanitario Nazionale, puoi applicare la detrazione solo sull’importo del ticket pagato.

Visita da un medico generico o da uno specialista con prescrizione medica (compreso l’omeopata)

Rientra in questa categoria anche il costo dei certificati medici per:

  • usi sportivi
  • il rilascio o il rinnovo della patente
  • l’apertura e chiusura di pratiche legate a malattie o infortuni
  • pratiche assicurative e legali.

Visite da specialisti

Esami e analisi detraibili
esami di laboratorio
elettrocardiogrammi
ecocardiografia
elettroencefalogrammi
T.A.C
radiografie ed ecografie
ginnastica correttiva e riabilitazione
Sedute di neuropsichiatria
dialisi
cobaltoterapia
iodioterapia
anestesia
epidurale
inseminazione artificiale
amniocentesi
villocentesi
analisi di diagnosi prenatale
crioconservazione ovociti ed embrioni
conservazione delle cellule del cordone ombelicale
indagini di tipo medico-legale

Farmaci da banco o con ricetta

Potrai far rientrare nel calcolo delle spese mediche anche i farmaci. Fanno cumulo anche alcuni prodotti da banco che hai preso in parafarmacie o in altri negozi. Puoi chiedere se uno specifico prodotto è scaricabile o meno direttamente nel punto vendita.

Ricorda che: per essere detraibile o deducibile, l’acquisto deve essere certificato da fattura o dal cosiddetto “scontrino parlante”, che un po’ come il famoso grillo ricorda le cose più importanti – tra cui:

  • natura, qualità e quantità del prodotto
  • codice fiscale di chi ha pagato la spesa.

Quando serve la ricetta, non dimenticare di farne una copia e conservarla.

Se compri farmaci all’estero: per giustificare la spesa che vuoi scaricare ti servirà un documento con le stesse informazioni presenti negli scontrini italiani. Puoi scrivere a mano il tuo codice fiscale, se nel corrispondente estero non è riportato.

Spese per ricovero e prestazioni chirurgiche

Si tratta delle spese di interventi chirurgici veri e propri, compresi:

  • operazioni di piccola chirurgia
  • interventi eseguiti in ambulatorio (in day hospital)
  • interventi con anestesia locale.

Puoi scaricare anche i costi collegati all’operazione, come:

  • la permanenza in ospedale
  • il trapianto degli organi, comprese le somme per il trasporto (anche all’estero).

Cure termali

Ci spiace: se pensavi di poter scaricare la SPA, dobbiamo deluderti. Le cure termali detraibili sono quelle prescritte dal medico, e sono limitate ad alcune prestazioni specifiche.

Ricorda che: sono esclusi i costi del viaggio per raggiungere il centro termale e le eventuali spese di pernottamento.

Dispositivi medici e protesi

Sia che li acquisti, sia che li noleggi, puoi scaricare il 19% di una serie di dispositivi medici e di protesi.

Questi sono i più comuni. 👇

Dispositivi medico-sanitari detraibili
Apparecchi per i denti, protesi dentarie (dentiere) e altri supporti dentali, prodotti per le dentiere
Protesi oculistiche
Laringofono e altre protesi fonetiche
Occhiali da vista e lenti a contatto
Apparecchi acustici e relative batterie
Arti artificiali e prodotti ortopedici
Siringhe
Apparecchi per misurare la pressione
Termometri
Bende, garze, cerotti e medicazioni avanzate
Apparecchi per aerosol
Pannoloni e altri ausili per disabili
Materassi ortopedici e antidecubito
Parrucche (se acquistate per risolvere un problema estetico causato da una malattia)

Assistenza infermieristica e riabilitativa

Puoi scaricare il 19% dei seguenti servizi di assistenza specifica:

  • fisioterapia
  • riabilitazione degli arti del corpo
  • kinesiterapia
  • laserterapia.

Occhio al fisioterapista! Assicurati che il professionista a cui ti affidi abbia preso un diploma o un attestato idoneo entro il 17 marzo 1999. In caso contrario, niente agevolazione.

Una chicca da non sottovalutare

Magari non sono pratiche così diffuse, ma nella vita potrebbe capitare di aver bisogno di:

  • trattamenti di mesoterapia e ozonoterapia
  • prestazioni chiropratiche
  • massaggi presso stabilimenti idroterapici.

Queste spese possono rientrare nelle agevolazioni, ma solo ed esclusivamente se hai una prescrizione medica che dimostra il collegamento tra il trattamento e la patologia.

Spese mediche per familiari non a carico affetti da patologie esenti

Se hai avuto spese per la patologia di un familiare, e questa patologia dà diritto all’esenzione, puoi scaricare il 19% dalle tasse.

Tetto massimo di spesa: 6.197,48 euro.

Acquisto di cani guida

Le persone non vedenti possono scaricare l’importo speso per l’acquisto di cani addestrati all’accompagnamento.

La detrazione è valida alle seguenti condizioni:

  • 1 solo cane
  • 1 solo acquisto per un periodo di 4 anni (salvo i casi di smarrimento o furto).

Veicoli e strumenti elettronici per persone con disabilità

Se acquistati per una persona riconosciuta disabile in base alla legge 104 del 1992, si possono scaricare:

  • i mezzi necessari all’accompagnamento, la deambulazione, il trasporto e il sollevamento della persona con disabilità
  • le attrezzature e i dispositivi informatici che facilitano l’autosufficienza e l’integrazione, come computer, sintetizzatori vocali, comunicatori oculari e simili.

Da sapere: su questi importi non si applica la soglia minima di 129,11 euro. Puoi scaricare il 19% dell’intera cifra.

Spese per addetti all’assistenza personale

Si tratta di spese molto particolari legate all’eventualità in cui tu o un tuo familiare, anche non fiscalmente a carico, non siate in grado di svolgere in autonomia attività quotidiane come:

  1. mangiare e bere
  2. espletare le funzioni fisiologiche
  3. provvedere all’igiene personale
  4. camminare
  5. vestirsi
  6. vivere senza necessità di sorveglianza continua.
  7. Hai diritto alla detrazione se il tuo reddito è uguale o inferiore a 40.000 euro l’anno.

    Tetto massimo di spesa: 2.100 euro.

Spese per figli o figlie con disturbo specifico dell’apprendimento (DSA)

Per questo tipo di spese l’Agenzia delle Entrate detta delle linee guida molto specifiche.

Puoi detrarre il 19% del costo di:

  • strumenti compensativi
  • aiuti informatici
  • strumenti che favoriscono la comunicazione verbale e l’apprendimento graduale delle lingue straniere.

Ricorda che: puoi richiedere la detrazione solo finché i tuoi figli completano la scuola superiore.

Detrazioni spese mediche con tracciabilità dei pagamenti

Hai l’abitudine di pagare sempre in contanti?

Se vuoi ottenere l’agognata detrazione fiscale e pagare meno tasse, da ora in poi striscia le tue carte o metti mano a bonifici e assegni.

Dal 2020, infatti, l’Agenzia delle Entrate ha disposto delle regole ferree sulla tracciabilità dei pagamenti.

Ecco i metodi che dovrai utilizzare per poter scaricare le tue spese:

  • carta di credito e prepagata
  • bancomat
  • carta di debito
  • bonifico bancario o postale
  • assegno.

L’abitudine del pagamento cash è difficile da abbandonare? Sappi che il fisco ti viene incontro solo in pochi specifici casi.

Sono esclusi dall’obbligo di tracciabilità (e quindi detraibili anche se li paghi in contanti):

  1. farmaci
  2. dispositivi medici
  3. prestazioni rese dalle strutture pubbliche o convenzionate con il Servizio Sanitario Nazionale.

Related Articles

Le informazioni sul sito web di Taxfix sono di carattere generale, hanno un puro scopo esplicativo e non costituiscono in alcun modo una consulenza fiscale, contabile o legale. Nonostante l’attento controllo delle fonti citate, non ci assumiamo alcuna responsabilità per il contenuto dei link esterni.