Caricamento in corso

Assicurazione Casalinghe 2021: Cos’è, Copertura e Costi

La chiamano “’assicurazione casalinghe”, per la precisione è una polizza che copre gli infortuni domestici. Non tutti i potenziali interessati lo sanno, ma per alcune categorie di soggetti è obbligatoria.

In quest’articolo ti spieghiamo:
  • Cos’è l’assicurazione casalinghe
  • Chi è tenuto a stipularla
  • Chi è escluso, chi è esonerato e qual è la differenza
  • Quali infortuni copre
  • Quanto costa
  • Come si paga e a quali scadenze
  • Cosa succede a chi non paga
  • A quanto ammonta la prestazione assicurativa e come si richiede
  • Quali sono le agevolazioni fiscali sull’assicurazione casalinghe
Fai il controllo fiscale ora!

Assicurazione casalinghe: cos’è come funziona

L’assicurazione casalinghe è una polizza obbligatoria, coperta dall’Inail, che serve a tutelare chi:

  1. ha un’età che va dai 18 ai 67 anni
  2. fa lavori e mansioni in casa o si occupa della cura dei familiari
  3. in maniera abituale ed esclusiva
  4. in forma gratuita, quindi senza percepire alcun compenso.

Il motivo dell’obbligatorietà è presto spiegato: chi si dedica prevalentemente ai lavori domestici svolge delle attività manuali (con o senza l’utilizzo di attrezzi o apparecchi elettrici) che espongono al rischio di incidenti e quindi di infortuni. Un rischio che l’Inail copre “in ambito domestico”.

Per “ambito domestico” si intendono:

  • l’abitazione dove risiede il nucleo familiare dell’assicurato (comprese le residenze temporanee in luoghi di vacanza e villeggiatura, a patto che si trovino in Italia)
  • le pertinenze dell’abitazione (ovvero balconi, terrazzi, soffitte, cantine, giardini…)
  • eventuali parti comuni del condominio in cui si trova l’abitazione (androne, scale, terrazzi etc.).

Se insomma l’infortunio avviene in uno di questi spazi, gli assicurati hanno diritto alla prestazione.

Con il codice MAGt7P hai il 10% di sconto sulla tua prima dichiarazione

Il 730 con Taxfix è guidato, facile, veloce. Vedi subito il risultato e lo migliori con gli esperti fiscali.

Chi è tenuto a stipulare l’assicurazione casalinghe?

Nel concreto, devono assicurarsi:

  • gli studenti che si occupano dell’ambiente in cui abitano, anche se quest’ultimo non si trova nella città di residenza
  • chi ha già compiuto i 18 anni ed ha come unica occupazione quella di prendersi cura della casa e della famiglia (ad esempio i giovani che hanno evaso l’obbligo scolastico e non hanno ancora trovato lavoro)
  • i pensionati che non hanno superato i 67 anni
  • i lavoratori in mobilità o in cassa integrazione guadagni
  • i cittadini stranieri che soggiornano regolarmente in Italia e non hanno altra occupazione
  • chi svolge attività lavorative che non coprono l’intero anno, come i lavoratori stagionali, temporanei o a tempo determinato.

In quest’ultimo caso la copertura assicurativa sarà attiva solo nei periodi in cui non si lavora: il premio, tuttavia, non è frazionabile, quindi la quota andrà comunque versata per intero.

Chi è escluso, chi è esonerato e qual è la differenza?

I cittadini con basso reddito sono esonerati dal pagamento del premio; possono cioè beneficiare della copertura dell’assicurazione senza pagarne i costi, che rimangono a carico dello Stato.

In particolare, è esonerato dall’assicurazione casalinghe chi rispetta le seguenti condizioni:

  • reddito personale lordo fino a 4.648,11 euro annui;
  • appartenenza ad un nucleo familiare con reddito lordo fino 9.296,22 euro annui.

Per richiedere l’esonero bisogna autocertificare di avere i requisiti di reddito richiesti, presentando una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà. Dopo averla compilata e firmata, occorre inviarla insieme alla fotocopia di un documento d’identità alla sede locale Inail più vicina, oppure a quella competente in base al codice postale.

Gli esclusi dall’obbligo dell’assicurazione casalinghe (ovvero quelli che non sono tenuti ad assicurarsi) sono invece:

  • i giovani under 18 o chi ha più di 67 anni
  • i lavoratori socialmente utili
  • i titolari di borsa lavoro
  • i dipendenti part-time
  • gli iscritti a corsi di formazione
  • i tirocinanti
  • i religiosi.

Quali infortuni sono coperti dall’assicurazione casalinghe?

Tutti quelli che avvengono durante le normali attività domestiche, svolte per la cura della casa e della famiglia e nell’ambito della relazione sociale del nucleo familiare. Un esempio sono gli infortuni derivati da interventi di piccola manutenzione, come lavori di idraulica, di elettricità e di fai-da-te che non richiedono una particolare preparazione tecnica.

L’assicurazione copre anche gli infortuni dovuti alla presenza di animali domestici in casa, come cani, gatti, pappagallini, conigli e criceti, in quanto la loro cura rientra tra i lavori domestici. Non sono invece inclusi gli incidenti causati da animali non domestici, così come gli infortuni in itinere, avvenuti fuori casa durante spostamenti, trasferimenti o viaggi.

Quanto costa assicurarsi, come si paga e a quali scadenze?

Il premio annuo da versare è di 24 euro.

Il termine di scadenza è al 31 gennaio. Essendo un giorno festivo, è prorogato al 1° febbraio 2021.

Chi è già iscritto riceve a domicilio un bollettino postale precompilato da usare per il pagamento.

L’invio avviene entro la fine di ogni anno; chi non lo riceve o deve iscriversi per la prima volta, può recuperarlo o richiederlo online sul sito dell’Inail, dopo essersi registrato e autenticato.

In alternativa, è possibile pagare:

  • con il bollettino postale in bianco TD 451 relativo al c/c 30621049 (intestato a Inail – Assicurazione infortuni domestici, p.le G. Pastore, 6 – 00144 Roma), che si trova presso gli uffici postali, le sedi locali dell’Inail e le associazioni delle casalinghe; per permettere il riconoscimento del pagamento bisogna indicare esattamente il proprio nome, il codice fiscale e l’anno per cui si versa il premio
  • online, dal sito dell’Inail, con il servizio pagoPA
  • presso gli sportelli bancari, gli istituti di pagamento e le tabaccherie abilitate utilizzando il codice presente sull’avviso di pagamento.

Assicurazione casalinghe e dichiarazione dei redditi

In tema di contributi previdenziali e assistenziali è possibile dedurre questa quota con la presentazione della dichiarazione dei redditi.
Se un familiare in casa è assicurato contro gli infortuni domestici, puoi ottenere una deduzione di questa somma. Ti basta dimostrare l’avvenuto versamento e quindi è importante avere tutta la documentazione a portata di mano.

Qui puoi trovare tutti i documenti necessari.

Da sapere: la copertura assicurativa comincia dal giorno successivo a quello in cui si è effettuato il pagamento.

Cosa succede a chi non paga il premio?

Chi non paga l’assicurazione pur essendo obbligato è soggetto ad una sanzione. La “multa” è proporzionata al periodo di trasgressione e non può superare l’importo del premio (24 euro).

A quanto ammonta la prestazione assicurativa per gli infortuni domestici e come si richiede?

L’Inail garantisce risarcimenti diversi a seconda del tipo di infortunio.

  • Se dall’infortunio deriva un’invalidità permanente pari o superiore al 16% (per infortuni occorsi dal 1° gennaio 2019, al 27% per quelli dal 1° gennaio 2007 al 31 dicembre 2018) l’assicurato ha diritto a una rendita diretta, ovvero ad un vitalizio che spetta dal primo giorno successivo a quello di avvenuta guarigione clinica. L’importo mensile del vitalizio va da un minimo di 106,02 euro per inabilità del 16% ad un massimo di 1.292,90 euro per inabilità totale.

Da sapere: la rendita Inail non è soggetta a imposte e non va inserita nella dichiarazione dei redditi.

  • Se l’infortunio causa la morte dell’assicurato, il vitalizio va ai superstiti
  • Per infortunio mortale dal 1° luglio 2018 spetta anche un assegno una tantum pari a 2.160 euro, aumentato a 10.000 euro dal 1° gennaio 2019
  • Per infortuni verificatisi dal 1° gennaio 2019 che causano inabilità permanenti tra il 6% e il 15% spettano 300 euro una tantum
  • Per gli eventi mortali verificatisi dal 1° gennaio 2007, ai superstiti spetta una prestazione una tantum a carico del “Fondo vittime gravi infortuni” che va da da un minimo di 3.700 euro (nel caso di un unico superstite) a un massimo di 17.200 euro (per più di 3 superstiti, da ripartire in parti uguali). È possibile richiedere un’anticipazione della rendita pari a tre mensilità
  • Ai titolari di rendita con menomazioni gravi spetta un assegno per l’assistenza personale continuativa, che dal 1° luglio 2018 è pari a 539,09 euro.

Per reclamare una prestazione bisogna fare domanda all’Inail, indicando il luogo, la data, la causa e le circostanze dell’infortunio e allegando la documentazione medica che certifica il danno. A questo proposito, è importante ricordarsi di precisare all’addetto sanitario (che sia il medico di famiglia o quello di un ospedale) che si tratta di un infortunio domestico, in modo che possa riportarlo nei referti.

Esistono delle agevolazioni fiscali sull’assicurazione casalinghe?

Sì, il premio assicurativo è deducibile per intero, ovvero lo si può sottrarre dal reddito imponibile su cui si calcola l’Irpef. Per usufruire della deduzione bisogna presentare la dichiarazione dei redditi.

Non sai se hai l’obbligo di presentare la dichiarazione dei redditi o se conviene farla? Scoprilo rispondendo a 5 semplici domande.

Vuoi o devi fare la dichiarazione dei redditi? Con Taxfix fai il tuo 730 online in tutta comodità dal computer di casa o smartphone con la garanzia di un team di commercialisti esperti per un 730 a prova di errori. Occhio alla scadenza 730 prevista per quest’anno. Dovrai solo caricare la tua Certificazione Unica (CUD) (anche se ne hai più di una va bene).

730 online con Taxfix: come funziona?

    1. Registrati
      Crea il tuo account gratuito scaricando l’app o andando su taxfix.it
    2. Accedi in sicurezza al tuo cassetto fiscale
      In 2 minuti accedi ai dati dell’Agenzia delle Entrate sul tuo cassetto fiscale, con SPID o CIE. Scarichi i documenti fondamentali per la dichiarazione comodamente in app (ad esempio la Certificazione Unica).
    3. Vedi subito il risultato del tuo 730
      Vedi il risultato provvisorio e scopri se hai diritto a un rimborso. I nostri esperti fiscali ti aiuteranno a migliorarlo trovando tutti i bonus e le detrazioni che ti spettano, garantendoti sempre il massimo risparmio fiscale.
    4. Scegli con quale piano continuare
      Puoi fare la dichiarazione in due modi: con il piano “Instant” (29,99 euro)  o con il piano “Advanced” (53,99 euro).
      In base ai dati raccolti dall’Agenzia delle Entrate, ti consiglieremo sempre qual è il piano adatto alle tue esigenze fiscali.
    5. Esperti fiscali ti guidano passo passo
      Un esperto fiscale è sempre disponibile via chat, email o telefono e – se hai scelto il piano Advanced –  ti aiuta ad applicare tutte le deduzioni che ti spettano. Scarichi tutte le spese, sia quelle che risultano dalla tua precompilata più tutte quelle che hai sostenuto e non sono incluse.
    6. Ti supportiamo anche dopo l’invio
      Solo a questo punto paghi. Dopo una tua conferma inviamo la dichiarazione all’Agenzia delle Entrate e gestiamo tutto per te. Ti supportiamo anche dopo l’invio.

730 con Taxfix: perché conviene?

Con Taxfix sei al sicuro: fai il tuo 730 online in pochi minuti comodamente online, dall’app o dal tuo computer. Ottieni sempre il massimo rimborso dalle tasse, senza errori

Comodo
Fai il tuo 730 online in pochi minuti, dall’app o dal tuo computer. Addio code e appuntamenti al CAF!

Conveniente
Vedi subito il risultato della tua dichiarazione (gratis) e lo migliori ottenendo sempre il massimo rimborso garantito. Ti aiutiamo a trovare tutti i bonus, deduzioni e detrazioni che ti spettano.

Facile
Utilizziamo un linguaggio e un’interfaccia facili per tutti. Basta parole incomprensibili in “burocratese”!

Sicuro
Accedi con SPID o CIE ai dati dell’Agenzia delle Entrate sul tuo cassetto fiscale. Scarichi e archivi i documenti importanti comodamente in app (come la Certificazione Unica)

Supportato
Fai tutto questo insieme a un esperto fiscale dedicato, sempre disponibile via chat, telefono, email.

Alice Bertolio
da Alice Bertolio
pubblicato il: 22.03.2024
aggiornato il: 22.03.2024

Con il codice MAGt7P hai il 10% di sconto sulla tua prima dichiarazione

Il 730 con Taxfix è guidato, facile, veloce. Vedi subito il risultato e lo migliori con gli esperti fiscali.

Ti potrebbe interessare anche questo
Chi Siamo
Crediamo che fare la dichiarazione dei redditi possa essere più semplice e comprensibile per tutti. Per questo abbiamo fondato Taxfix. Ti guidiamo passo dopo passo attraverso la tua dichiarazione dei redditi, con domande semplici e un linguaggio chiaro e comprensibile. Taxfix è disponibile da computer e dallo smartphone su dispositivi Android e iOS.

Non hai ancora fatto il 730? Rimedia subito!

Offerta valida fino al 30 settembre 2022 h 23:59

Scopri di più sui piani Taxfix

Per entrambi i piani, controlliamo e inviamo la tua dichiarazione senza errori all’Agenzia delle Entrate.

Instant

ADVANCED

PREMIUM

Live chat con i nostri esperti

L’anno scorso hai avuto poche spese e una sola CU
Vuoi che un esperto fiscale controlli tutto per te

Assistenza telefonica

Non vuoi perderti bonus, deduzioni e detrazioni

Hai documenti extra e informazioni da aggiungere
L’anno scorso hai avuto tante spese e/o più tipi di reddito
Hai figli/e o familiari a carico

Hai bisogno di consigli su misura e assistenza diretta

Videochiamate con commercialista dedicato

Consulenza per ottimizzare dichiarazioni prossimi anni